Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Búsqueda apellido
  3. Resultados de la búsqueda
  4. Origen del apellido

Origen del apellido Conach, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili
Rastro heráldico de la familia: Conach
Corona de la nobleza Conach
Famiglia di origine turca, di antica e nobile virtù, detta Conac, Conach e, originariamente, Konak, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. L'origine di tal cognominizzazione, al dir di molti genealogisti, andrebbe ricercata nel nome "Konak", in relazione sia al suo significato di "residenza ufficiale", probabile riferimento all'elevato status sociale del casato, sia in relazione al toponimo omonimo, nel distretto di Izmir, forse luogo di origine di un, oggi ignoto capostipite. Quel che, invece, è certo è che la famiglia, sin dalle primissime origine, appartenne all'ordine sociale, assai importante nell'Impero Ottomano, degli Askerler, ossia i militari. Questi, ex lege, godevano di una speciale giurisdizione, c.d dei "Kadi-asker", ovvero i giudici degli Askerler ed avevano esenzioni rispetto ai sudditi ordinari, i quale non potevano portare armi, circolare a cavallo o possedere dei feudi. Un Alpay, un Civan ed un Habid, d'altronde, in un atto risalente al tardo XVI... Continuará
secolo, risultano infeudatati di molte terre, in ricompensa per i servigi militari resi al Sultano. Un Günter, vivente in Costantinopoli, nella prima metà del XVII secolo, inoltre, è annoverato quale capoportiere e sovraintendente delle cucine del Sultano. Molti furono, anche, i membri della famiglia Conach, che si illustrarono nelle ambascerie e nella diplomazia, sin dai tempi più remoti. Con larga probabilità, fu proprio grazie a questi viaggi che un ramo del casato si trapiantò, primieramente, in Francia ove, convertitosi al Cristianesimo, anche a causa dei frequenti fenomeni di modificazioni di fonetica dialettale, iniziò a cognominarsi Conach o Conac, e, successivamente, in Italia, con insediamenti più cospicui in Veneto. Tra i membri che, maggiormente, illustrarono tal casato, ricordiamo: Bertrando, nato a Briva nel Limosino, agostiniano, laureato in Tolosa in diritto canonico, priore, nel 1337, nella chiesa di Briva e nel 1351 vescovo di Comminges, due volte nunzio apostolico in Spagna, sotto Innocenzo VI e sotto Urbano V, nel 1370, al fine di riconciliare i monarchi di Portogallo, di Castiglia e di Aragona, dai quali ottenne che il Papa fosse arbitro delle loro controversie, nel 1368 intervenne al concilio delle tre Province, tenuto a Lavaur, e, l'8 giugno 1371, Gregorio XI lo creò Cardinal prete assente, del titolo di San Marcello, e per singolar distinzione gli spedì il cappello Cardinalizio, morì ad Avignone, nel 1374; Adamo, dottore in "utroque jure", vivente in Venezia, nel 1697; Francesco, dottore in Medicina, vivente in Burano, nel 1721; Carlo, notaio e poeta per diletto, vivente in Cona, nel 1767; Antonio, dottore in Sacra Teologia, lettore di teologia, presso varie università, vivente in Padova, nel 1798. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.

Comprar un documento heráldico de Conach

Para obtener más información o pregunta, por favor no dude contáctenos:

Escudo de la familia: Conach

Blasòn de la familia

Di rosso ad un leone d'oro impugnate con le branche anteriori una spada d'argento.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook