EU Avviso cookies: Questo sito fa uso dei cookies per migliorare la sua esperienza. Se non li gradisse può inibirne l'uso regolando il suo browser nella sezione strumenti e modificando le impostazioni dei cookies. Informazioni sulla privacy. Non Accetto
OK Accetto Chiudi questo avviso.
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome D'alessandro, provenienza: Italia

Titolo: Baroni - Duchi - Nobili
Traccia araldica della famiglia: D'alessandro
Corona nobiliare D'alessandro
Secondo alcuni autori questa famiglia è di origine greca, e le memorie ne risalgono ad un Guidone, partito crociato nel 1187; godette nobiltà in Napoli in un ramo ora estinto. Possedette molti feudi tra i quali quello della Castellina col titolo di duca (1639), e quello di Pescolanciano anche col titolo di duca (1658), il quale ultimo titolo si possiede ancora dalla famiglia. Fu ascritta al registro dei feudatari. Fu decorata di alti uffici e dignità fin dai più antichi tempi; ebbe molti uomini illustri; Giovan Battista fu uno dei fondatori del Monte della Misericordia di Napoli. Sono iscritti nell'Elenco ufficiale, col titolo di duca di Pescolanciano, i disc. da Nicola di Pasquale ascr. all'Ordine di Malta. E' iscritto allo stesso Elenco ed al Libro d'Oro della nobiltà italiana il ramo secondogenito, nobile dei duchi di Pescolanciano: Giuseppe Luigi di Giambattista, con i figli: Giovanni Napoleone, Antonietta, Fabio, Luigi Filippo.... Continua
Altro ramo. Nobile famiglia che fin dal secolo XV ebbe possessi feudali presso Marigliano (Terra di Lavoro). Muzio sulla fine del cinquecento possedeva il feudo di Cisterna. Questa famiglia è passata all'ordine di Malta. E' rappresentata da Antonio, Rosa, Francesco, di Gennaro, di Muzio. Altro ramo. E' annoverata la famiglia nelle famiglie nobili del Seggio di Nido della Città di Napoli, ed ivi da Fiorenza passò, ove ancora nobile, e ricca vive. Il primo che di lei venne in Sicilia, fù Guglielmo nel felice reggimento del Rè Alfonso, ed ottenne da quello il feudo chiamato della Giarretta, egli fece per questo habitatione nella Città di Catania, e fù ascritto insieme nella mastra nobile di quella. A costui seguì il figlio Giovanni ch'essendo stati i suoi servigi dal Rè Ferdinando il Catol. graditi, ne conseguì quello gl'introiti del Cargator porto, o ponte di Catania nel 1496. che l'hebbe poscia confirmati il figlio Guglielmo, i posteri del quale sempre nobilmente, e ricchi così in quella città come in altre del Regno hanno vivuto. Altro ramo. Famiglia Fiorentina, dice Mugnos passata in Napoli ove erne dal re Alfonso il feudo della Giarretta.

Compra un documento araldico su D'alessandro

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: D'alessandro

Blasone della famiglia

Di oro al leone di rosso con la banda di nero attraversante caricata di tre stelle a 5 raggi del campo.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook