1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Iamorta, provenienza: Italia

Titolo: Cavalieri
Traccia araldica della famiglia: Iamorta
Corona nobiliare Iamorta
Antica famiglia campana, di chiara ed avita virtù, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. L'origine di tal cognominizzazione, al dir di illustri genealogisti, andrebbe ricercata in una forma accrescitiva del nome Iannaccio, appartenuto, probabilmente, ad un, oggi ignoto, capostipite. In ogni modo, tal casato venne, verosimilmente, fregiato del cavalierato, in seguito alla partecipazione, sotto i vessilli aragonesi, connotata da coraggio e virtù, di un Carlo Iamorta alla guerra d'Otranto, del 1481, contro gli ottomani. Ma, d'altronde, la famiglia, sempre, riuscì a distinguersi, grazie agli elevati personaggi, a cui diede i natali. Tra questi, ricordiamo: Filippo, consigliere di re Alfonso d'Aragona; Paolo, di Avellino, tra gli illustri uomini che furono mandati per rappresentare re Alfonso, all'incoronazione dell'imperatore Federico di Germania; Andrea, notaio in Foggia, vivente nel 1414; Arrigo, che partecipò alla difesa del Regno delle Due Sicilie, minacciato da Ludovico di Baviera; Giacomo, distintosi nella difesa di Malta... Continua

contro i Turchi, nel 1565; Alfonso, Regio Notaio, vivente in Napoli, nel 1598; Riccardo, notaio e poeta per diletto, vivente in Avellino, nel 1606; Martino, Alfiere della Santa Romana Chiesa, sotto i vessilli del Generale Jacopo Boncompagni(Bologna, 8 maggio 1548 - Sora, 18 agosto 1612);Giovanni, dottore in Sacra Teologia, vivente in Roma, nel 1621; Ferdinando, dottore in "utroque jure", vivente in Avellino, nel 1635; Antonio Maria, protomedico alla corte napoletana, vivente nel 1645; D. Bartolomeo, canonico e teologo, vivente in Avellino, nel 1678; Cav. Camillo, giudice in Napoli, vivente nel 1702; Francesco, giurato in Capua, vivente nel 1734; Andrea, consigliere in Foggia, vivente nel 1746; Giuseppe, alfiere del "1° Reggimento Cacciatori a Cavallo" che fu presente in tutta la campagna dalla Sicilia a Gaeta. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.


Compra un documento araldico su Iamorta

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Iamorta

Blasone della famiglia

Di verde alla banda d'argento bordata di nero accompagnata da 2 gigli d'oro, ordinati in fascia, posti in capo e da una rosa di rosso posta in punta.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook