Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Magni, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Signori - Decurioni - Conti - Marchesi
Variazioni cognome: Magni Griffi
Traccia araldica della famiglia: Magni
Variazioni cognome: Magni Griffi
Corona nobiliare Magni
La famiglia è da tempo immemorabile ricordata in pubblici documenti della nobilissima città di Anagni: Lodovico fu vescovo di Acquapendente; Cola fu valoroso avvocato concistoriale e vice senatore di Roma; Erasmo fu colonnello delle truppe pontificie; Giovanni, visitatore apostolico in Moldavia, in periodi eccezionalmente calamitosi; Valeriano fu dotto predicatore cappuccino (1587-1661), il quale bbe fieri contrasti con i gesuiti, che lo fecero arrestare a Vienna. Morì a Salisburgo. La famiglia è iscritta nell'Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano col titolo di Nobile di Anagni (mf.). Arme del casato. D'oro a tre pali di rosso; col capo di argento caricato di una rosa del secondo. Alias. D'azzurro, alla fascia d'oro, carica di tre rose di rosso, sormontata da una stella, di otto raggi, d'oro. Altro ramo. Nobilissimo casato di Lurago, i cui personaggi fiorirono fra il 1497 e il 1575, con il titolo di Dominus, Nobili e Decurioni. Altro ramo. Nobile famiglia ... Continua

senese, la quale alzò per arma: D'azzurro, allo scaglione d'oro. Altro ramo. Nobile famiglia, originaria di Como, passata in Sarzana , nel secolo XVI, con Bernardo, architetto militare di Carlo V. Ivi, tal casato, si imparentò con la nobile famiglia sarzanese dei Griffi. ... Continua


Compra un documento araldico su Magni

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Magni
Variazioni cognome: Magni Griffi

Stemma  della famiglia Magni

1 Blasone della famiglia Magni

D'oro a tre pali di rosso; col capo di argento caricato di una rosa del secondo.

Magni originari del Lazio. Citato in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", vol. IV .

Stemma  della famiglia Magni

2 Blasone della famiglia Magni

Interzato in fascia; nel 1° d'oro, all'aquila bicipite di nero sormontata da una corona; nel 2° d'argento, alla mano destra appalmata di carnagione posta in palo; nel 3° d'argento a tre bande di rosso. Cimiero: due aquile accostate di nero, coronate d'oro.

Magni di Lombardia e Piemonte. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, pag. 48, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Magni

3 Blasone della famiglia Magni

D'azzurro, al leone d'oro addestrato da un poggio di verde, sormontato da una rosa d'argento gambuta e fogliata di verde, ed accostato nel canton sinistro del capo da una stella d'oro.

Magni di Mantova, fregiati del titolo comitale. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, pag. 48, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Magni

4 Blasone della famiglia Magni

D'oro, alla torre al naturale, coperta d'argento, fondata sul terreno al naturale e sinistrata da un uccello d'argento, imbeccato e membrato di rosso.

Magni di Pistoia. Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 7438.

Stemma  della famiglia Magni

5 Blasone della famiglia Magni

D'azzurro, allo scaglione d'oro.

Magni di Siena. Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 6998.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook