Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Suche Nachnamens
  3. Suchergebnis
  4. Herkunft des Familiennamens

Herkunft des Familiennamens Martinelli Biagio, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Patrizi - Nobili - Cavalieri - Conti
Heraldische Spur die Familie: Martinelli Biagio
Krone des Adels Martinelli Biagio Al dir di molti genealogisti, tal illustre casato sarebbe originario di Solero, in Piemonte. In ogni modo, sul calar del XV secolo, in Mantova, vivevano Bassano e Battista, figli di Giacomo Martinelli Biagio, di Tura e di Biagina di Zaccaria del Ponti, ove esercitavano l'arte onorevole di farmacista. Questi due fratelli trasferirono la loro dimora in Rimini, ove continuarono a esercitare la loro arte e nel 1490, al dì 25 febbraio, venne loro concessa la cittadinanza riminese. Battista Martinelli Biagio sposò Pompilia, di ser Antonio Tonarelli di S. Arcangelo, dalla quale ebbe Giacomo, che continuò l'arte farmaceutica, e fu padre... Fortsetzung folgt

di Giovan Francesco, marito di Camilla Sensolini. Morì nel 1579 e lasciò un unico figlio, Giacomo. Questi sposò in prime nozze Orinzia, del capitano Giovanni Moretti di Rimini, ed in seconde, Laura, di Silvestro Ansaloni. Nel 1630 egli venne aggregato alla nobiltà di Rimini. Morì nel 1636, lasciando Carlo Martinelli Biagio, che si dette alla vita delle armi e fu colonnello di Pandolfo Malatesta, generale dei Veneziani; sposò Laura, di Girolamo Leonardelli, dalla quale ebbe vari figli, fra i quali Giovanni Francesco, marito di Virginia, di Soardo Carabetti, e padre di Giuliano, nato il 27 giugno 1709. Questi sposò Orsola, di Brancaleone Brancaleoni, di antica e nobile famiglia riminese; morì il 17 novembre 1786, lasciando diversi figliuoli, fra i quali Francesco, canonico della Cattedrale di Rimini, e Giuseppe, nato il 21 maggio 1753. Questi sposò Palma, di Domenico Mengarelli, dalla quale nacque, il 12 giugno 1790, Giuliano, che sposò la contessa Diamante Garampi, ed ebbe fra gli altri figli Pietro, nato il 27 giugno 1817, e Lorenzo, nato il 18 aprile 1819; il primo sposò la N. D. Rosa Savini di Rimini, ed il secondo la N. D. Giovanna Savini e da essi discendono i vari rami di cui oggi è composta la famiglia. La famiglia è iscritta nell'Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano col titolo di patrizio di Rimini (m.), ed è rappresentata , nel Ramo Soleri-Martinelli da: Giacinto, di Pietro, nato il 10 ottobre 1841. Sorelle: Diamante, nato il 18 agosto 1842, vedova Bocchini; Chiara, nata il 15 febbraio 1845; nel secondo ramo: Figli di Giuseppe, di Lorenzo e di Marianna Fabbri: Giovanna, nata il 3 giugno 1883, Gianfrancesco, nato il 25 gennaio 1887, Pietro, nato il 21 dicembre 1884, Maria, nata il 7 novembre 1891, Emilio, nato il 17 gennaio 1895, Antonio, nato il 23 giugno 1901. Altro ramo. Nobile famiglia di Bergamo, la quale, nel 1646, acquistò "l'elevazione a maggiori prove della sua pietà nella occasione che il tempo ne farà nascere". Altro ramo. Nobile famiglia padovana, residente in Portogruaro, la cui nobiltà, confermata con Sovrana Risoluzione 10 ottobre 1819, deriva dall'ascrizione all'oggi cessato nobile Consiglio di Padova, avvenuta nel 1795. Alla famiglia, inoltre, la quale, sin dal 1569, appartenne all'Ordine dei Cittadini originari Veneti, con Breve 23 febbraio 1802, dal Pontefice Pio VII, in persona di Gaetano, con la sua legittima discendenza, venne conferito il titolo di Conte del Sacro Palazzo Lateranense. Altro ramo. Antica famiglia, di leggendaria origine Veneta, le cui prime vestigia si rinvengono in Mola, da dove passò, nel XVII secolo, in Napoli, in Bari ed in Monopoli. Nel XVIII secolo venne aggregata al Patriziato di Salerno; nel 1852, fu riconosciuta di "antica nobiltà" nelle prove di ammissione alla Compagnia delle "Regie Guardie del Corpo", in persona di Vito Giuseppe, che poi, in qualità di 2° tenente del "1° Granatieri della Guardia Reale", partecipò alla campagna del 1860/61, per la difesa del Regno delle Due Sicilie dall'invasione piemontese. La famiglia venne ricevuta per "giustizia" nell'Ordine di Malta, nel 1862. Iscritta nell'Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano


Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Martinelli Biagio

Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

Familien-Wappen: Martinelli Biagio

Blasonierung die Familie

Troncato; nel primo d'azzurro al grifone d'argento nascente dalla troncatura alla sbarra d'oro attraversante, nel secondo d'argento alle 2 fasce ondate di rosso.
Martinelli dell'Umbria. Fonte: "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", suppl. II p.272.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook