EU Avviso cookies: Questo sito fa uso dei cookies per migliorare la sua esperienza. Se non li gradisse può inibirne l'uso regolando il suo browser nella sezione strumenti e modificando le impostazioni dei cookies. Informazioni sulla privacy. Non Accetto
OK Accetto Chiudi questo avviso.
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Merendi, provenienza: Italia

Titolo: Conti - Nobili
Traccia araldica della famiglia: Merendi
Corona nobiliare Merendi Capostipite di quest'antica e nobile famiglia fu Tito segretario di S. Mercuriale II, Vescovo di Forlì. Michele di Silvestro fu incaricato nel 1044 da Scarpetta Ordelaffi di rifabbricare Forlimpopoli, e Merlino, suo figlio, fu commilitone di Faledro Ordelaffi all'espugnazione di Terrasanta nel 1095. Giuliano vicario generale dei Domenicani nelle provincie della Stiria e della Carinzia nel 1616; Antonio, illustre giureconsulto, insegnò il diritto nelle Università di Bologna e di Pavia nel 1654; Fabrizio, commissario generale di tutte le milizie di Papa Clemente XI per il passo delle truppe imperiali, nel 1720 fu creato conte con tutti i suoi discendenti in infinito da Augusto II Re di Polonia; Giuseppe vestì l'abito del S. M. O. Gerosolim. nel 1710. Altro ramo. E' un ramo della famiglia omonima di Forlì stabilito in Cesena nel 1463 da un Jacopo, il quale venne ascritto al senato cesenate. Ippolito egregio giureconsulto della curia romana, e Vincenzo... Continua
avvocato concistoriale. (Estinta nel 1764).

Compra un documento araldico su Merendi

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Merendi

Blasone della famiglia

D'azzurro a cinque crescenti montanti d'argento disposti in croce
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook