EU Avviso cookies: Questo sito fa uso dei cookies per migliorare la sua esperienza. Se non li gradisse può inibirne l'uso regolando il suo browser nella sezione strumenti e modificando le impostazioni dei cookies. Informazioni sulla privacy. Non Accetto
OK Accetto Chiudi questo avviso.
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Montevecchio, provenienza: Italia

Titolo: Duchi
Traccia araldica della famiglia: Montevecchio
Corona nobiliare Montevecchio
Antichissima e nobilissima famiglia fanese, ma originaria di Gubbio, il cui vero cognome è Gabrielli. L'attuale cognome non è altro che il nome del feudo comitale da loro posseduto fin dal secolo XII. Si vuole che in Gubbio fosse capostipite un Enrico Gabriello, conte d'Alsazia nel 717. Così la leggenda. Sono da ricordare Cante de' Gabrielli, protospatario di Alberico, marchese di Toscana, il quale per aver liberato Stefano VIII assediato in Castel S. Angelo da Ugo d'Arles, e d'Italia, n'ebbe in premio il vicariato di Corrado II. Forte di Cante eremita di fonte Avellana, morto il 9 maggio 1040 e che è venerato con il titolo di "Beato". Graziano, di Ugone di Cante (1010) vescovo di Ferrara. Lanfranco, di Ugone (1079); capitan generale del re Roberto di Napoli. Girolamo, di Ugone (1091), capitano degli Eugubini in Terra Santa con Goffredo di Buglione. Addone, di Uberto, (1100), vescovo di Piacenza, Carlo,... Continua
1120, signore di Gubbio il quale fu ucciso dal fratello Tebaldo, che fu cacciato dai nipoti e dovette rifugiarsi in Calabria fondando colà una famiglia Gabrielli, tuttora esistente in più rami. Gabriele, di Ermanno I, di Ugolino, di Guelfuccio, di Sassone, di Cante, di Cante ebbe tre figli: 1) Umbertino che fondò una famiglia Gabrielli a Senigallia estintasi nel secolo XVIII; 2) Pietro, che seguitò la famiglia in Gubbio dove la sua potenza andò sempre crescendo, giungendo all'apogeo sulla fine del secolo XIII. Egli fu podestà di Gubbio nel 1261 e dei suoi tre figli: Rosso, Cante e Bino furono per molti anni i veri signori della città. Rosso, fu podestà di Firenze nel 1290 e di Siena 1293. Cante, Podestà di Siena e dopo Firenze nel 1298; di Cagli 1299 e Firenze 1302, allorchè firmò la sentenza d'esilio per Dante Alighieri. fu gran capo dei Guelfi Umbri e Toscani. Bino, podestà di Lucca el 1300, di Firenze nel 1306; e di Orvieto nel 1308. Gran Capitano assediò e prese Pistoia per i Fiorentini: ebbe l'onore del trionfo. Questi fu capostipite di altra famiglia Gabrielli tuttora fiorente e patrizia in Fano. Ermanno II di Gabrielli fu il capostipite dei Gabrielli di Montevecchio di Fano. Visse nel 1237 e fu magistrato in Gubbio. Pietro, suo figlio, fu Podestà e Capitano del Popolo a Pistoia nel 1270 e 1271, e di Cagli nel 1274. Fu il primo a lasciare il congnome uo cugino.

Compra un documento araldico su Montevecchio

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Montevecchio

Blasone della famiglia

D'azzurro al frutto di pino di oro, fogliato di due di verde, posto in palo ed accompagnato in capo da una stella (8) d'oro.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook