1. Origine del cognomeMoreneci, provenienza: Italia

    Titolo: Nobili
    Traccia araldica della famiglia:Moreneci
    Corona nobiliare Moreneci
    Famiglia bergamasca originaria dall'Ungheria, dove erano insigniti della nobiltà, riconosciuta in Italia nel 1885. Da Alessandro, primo segretario d'Intendenza di Finanza, sono figli gli attuali rappresentanti della casata. La famiglai è iscritta nel Libro d'oro della Nobiltà Italiana e nell'Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano coi titoli di nobile (mf.). La presenza del motto nella bibliografia documentata della famiglia ci conferma l'avita nobiltà raggiunta della casata. Infatti l'origine del motto risale a circa il XIV secolo e deve essere ricercata in quei detti arguti che venivano scritti sui vessilli o bandiere dei cavalieri, esposti alle finestre delle locande in cui questi alloggiavano, in occasione dei tornei, e durante i tornei stessi. Il motto era un pensiero espresso in poche parole facente allusione a un sentimento palese o nascosto, a una qualità, a un ricordo storico, per stimolo al coraggio o onore. Era scelta dal capo della famiglia, dal cavaliere entrante in lizza... Continua

    o data dal sovrano al proprio uomo ligio.Motto della famiglia:Fortitudo vincitur industria.Altra famiglia:riferisce Mugnos che un tale Antonio Moreneci fu a' servigi di Federico III. Altri soggetti ebbero onorati carichi tanto da re Martino che dalla regina Bianca. Un altro Antonio fu segretario e consigliere dell'infante Pietro fratello di re Alfonso nella città di Piazza,dandogli per trattamento 1437 il feudo di Lorsa.Ivi molti gentiluomini di tal casato fiorirono,tra' quali furonvi 1566 Angelo cavaliere di Malta, Francesco barone di Bulcendelli 1527, ed Antonio che ottenne i feudi di Siccara, Casacchio, sulla e Crucifia. Alzò per arma: Spaccato; nel primio d'azzurro,alla cornacchia d'oro, passante sulla partizione, sormontata da tre stelle d'oro,ordinate in fascia;nel secondo d'argento, a tre scudetti di rosso, accostati, e moventi dalla partizione.


    Compra un documento araldico su Moreneci

    Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

    Stemma della famiglia:Moreneci

    Stemma  della famiglia Moreneci

    Blasone della famiglia

    Spaccato; nel primio d'azzurro, alla cornacchia d'oro, passante sulla partizione, sormontata da tre stelle d'oro, ordinate in fascia; nel secondo d'argento, a tre scudetti di rosso, accostati, e moventi dalla partizione.
    Compra una riproduzione dello Stemma
    Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome
900){cwidth=cheight="80%"}else if(screen.availWidth>470){cwidth=cheight="90%"}else{cwidth="90%";cheight="60%"}$("[rel^='img-']").colorbox({photo:!0,width:cwidth,height:cheight});$(".spin").click(function(event){spinner()});$("[rel='buy']").click(function(event){event.preventDefault();spinner();href=$(this).attr('href').replace("/buy",urmod+"cart.php");$.get(href,function(data){location.replace('/buy/?'+$.now())})})});function spinner(){if(document.getElementById("spinner_one")){$("#spinner_one").show()}else{htm_spinner='
';$("body").append(htm_spinner)};setTimeout(spinner_end(),3000)};function spinner_end(){$('.sk-fading-circle all_spinners #spinner_one').hide('slow')};function onsubmit_validate_field(name,minlength,email,compareTo){value=$('#'+name).val();length=value.length;if(minlength&&length0){if(minlength&&lengthi?e+i:i}function a(t,e){return Math.round((/%/.test(t)?("x"===e?E.width():o())/100:1)*parseInt(t,10))}function s(t,e){return t.get("photo")||t.get("photoRegex").test(e)}function l(t,e){return t.get("retinaUrl")&&i.devicePixelRatio>1?e.replace(t.get("photoRegex"),t.get("retinaSuffix")):e}function d(t){"contains"in x[0]&&!x[0].contains(t.target)&&t.target!==v[0]&&(t.stopPropagation(),x.focus())}function c(t){c.str!==t&&(x.add(v).removeClass(c.str).addClass(t),c.str=t)}function g(e){A=0,e&&e!==!1&&"nofollow"!==e?(W=t("."+te).filter(function(){var i=t.data(this,Y),n=new r(this,i);return n.get("rel")===e}),A=W.index(_.el),-1===A&&(W=W.add(_.el),A=W.length-1)):W=t(_.el)}function u(i){t(e).trigger(i),ae.triggerHandler(i)}function f(i){var o;if(!G){if(o=t(i).data(Y),_=new r(i,o),g(_.get("rel")),!U){U=$=!0,c(_.get("className")),x.css({visibility:"hidden",display:"block",opacity:""}),I=n(se,"LoadedContent","width:0; height:0; overflow:hidden; visibility:hidden"),b.css({width:"",height:""}).append(I),j=T.height()+k.height()+b.outerHeight(!0)-b.height(),D=C.width()+H.width()+b.outerWidth(!0)-b.width(),N=I.outerHeight(!0),z=I.outerWidth(!0);var h=a(_.get("initialWidth"),"x"),s=a(_.get("initialHeight"),"y"),l=_.get("maxWidth"),f=_.get("maxHeight");_.w=Math.max((l!==!1?Math.min(h,a(l,"x")):h)-z-D,0),_.h=Math.max((f!==!1?Math.min(s,a(f,"y")):s)-N-j,0),I.css({width:"",height:_.h}),J.position(),u(ee),_.get("onOpen"),O.add(F).hide(),x.focus(),_.get("trapFocus")&&e.addEventListener&&(e.addEventListener("focus",d,!0),ae.one(re,function(){e.removeEventListener("focus",d,!0)})),_.get("returnFocus")&&ae.one(re,function(){t(_.el).focus()})}var p=parseFloat(_.get("opacity"));v.css({opacity:p===p?p:"",cursor:_.get("overlayClose")?"pointer":"",visibility:"visible"}).show(),_.get("closeButton")?B.html(_.get("close")).appendTo(b):B.appendTo("
"),w()}}function p(){x||(V=!1,E=t(i),x=n(se).attr({id:Y,"class":t.support.opacity===!1?Z+"IE":"",role:"dialog",tabindex:"-1"}).hide(),v=n(se,"Overlay").hide(),L=t([n(se,"LoadingOverlay")[0],n(se,"LoadingGraphic")[0]]),y=n(se,"Wrapper"),b=n(se,"Content").append(F=n(se,"Title"),R=n(se,"Current"),P=t('