EU Unsere Cookies: Wir Sie, dass diese Website Verwendung von technischen und statistischen Cookies einschließlich Dritte Cookies macht. Sie können die Nutzung durch eine entsprechende Einstellung Ihrer Browser-Einstellungen Cookies hemmen. Privacy.
No Ich akzeptiere nicht
Ja, Schließen Warnung.
  1. Home
  2. Suche Nachnamens
  3. Suchergebnis
  4. Herkunft des Familiennamens

Herkunft des Familiennamens Nebaldi, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Conti - Nobili
Heraldische Spur die Familie: Nebaldi
Krone des Adels Nebaldi Famiglia fiorentina, originaria di Petriolo o, come altri vogliono, di Peretola, conosciuta nei tempi antichi anche col nome di Tedaldi. Da un Bortolo di Totto, vivente nel 1190, nacquero Toro, i cui discendenti adottarono il cognome Lenzi e presero parte attivissima alla vita di Firenze repubblicana, nella quale figurano chiamati 26 volte a far parte della Signoria, 21 in qualità di Priori, 5 in qualità di Gonfalonieri di giustizia: e Tedaldo, i cui discendenti adottarono il suddetto cognome e vestirono l'abito di S.Stefano fin dal 1632 in persona di Francesco Maria, di Andrea. la comune discendenza delle famiglie Lenzi e Marzichi venne riconosciuta e affermata con sentenza del Senatore Carlo di Tommaso Stozzi, giudice delegato da S.A.R., nel 1654, e con sentenza del Magistrato Supremo del 1656. Il Cav. Girolamo Giulio, di Giovani Tedaldo, fu ascritto alla nobiltà fiorentina con decreto 1° ottobre 1753 della R.Deputazione sul regolamento ella nobiltà... Fortsetzung folgt

e cittadinanza in Toscana. A favore di Tedaldo di Ferdinando fu nel 1914 rinnovato il titolo comitale con l'autorizzazione ad aggiungere il cognome Lenzi (già dei Tedaldi). Altro ramo. La famiglia, gia ascritta la patriziano romano, ai Consigli nobili di Legnago, di Padova, di Chioggia; nobile di Pistoia anteriormente al 1500; compresa tra le maggior di Firenze, di Lucca, di Pesaro, di Bologna, di Parma, di Casalmaggiore, lasciò memoria di sè a Ferrara nella persona di Pietro amico dell'Allighieri e poeta anch'esso. I T. coprirono la carica di notai pubblici a Udine, Brescia, Bicenza ed a Bassano. A Verona ebbero un vescovo nel secolo XII. Il ramo dei T. di Modena risale qeul Tomaso padre di Antonio, cavaliere nel 1446, e da Michiele da cui discende Girolamo stabilitosi a Venezia sulla fine del secolo XVI, che nel 1606 venne ricevuto nel collegio medico. In un vecchio manoscritto si legge: Gr. Mo medico assai degno acquistò qualche fortuna e molti favori; nel 1630 fu fatto, dall'imperatore Ferdinando II, conte Palatino e cavaliere Aurato. Durante la peste del 1640 il Duca di Modena scrisse alla Repubblica che lo lasciassero partire come suddito proprio. Egli abitava a S. Marziale; due dei suoi numerosi figli Antonio ed Annibale, furono ammessi alla cittadinanza originaria, e Nicolò provvide un palazzo proprio l secolo XVIII le memorie di questo ramo dei T. si affievoliscono.


Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Nebaldi

Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

Familien-Wappen: Nebaldi

Blasonierung die Familie

Fasciato di oro e di nero; col capo di rosso caricato di una rosa d'oro (per spezzatura di linea).
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook