EU Avviso cookies: Questo sito fa uso dei cookies per migliorare la sua esperienza. Se non li gradisse può inibirne l'uso regolando il suo browser nella sezione strumenti e modificando le impostazioni dei cookies. Informazioni sulla privacy. Non Accetto
OK Accetto Chiudi questo avviso.
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Nilo, provenienza: Italia

Titolo: Marchesi
Traccia araldica della famiglia: Nilo
Corona nobiliare Nilo Riconosciuta nobile dall'anno 1554, investita del feudo di Torre S. Susanna col titolo di Conte, decorata nel 1857 di questo stesso titolo nella persona di alcuni suoi secondogeniti, decorata dell'Ord. di Malta, dichiarata ammissibile nelle RR. Guardie del Corpo e riconosciuta con D. Minis 15 giugno 1897 nel titolo di Conte per tutti i maschi, e con D. Minis 28 novembre 1896 in un ramo secondogenito nel titolo di Marchese di Montesilvano. Per ragione di detti riconoscimenti e per l'ottenuta ascrizione all'Elenco regionale napoletano, spetta il titolo di Conte e di Conte di Torre S. Susanna ad Eduardo, di Pasquale, di Bisanzio; e quello di Conte, col pred. di Torre S. Susanna ai suoi figliuoli Bisanzio, Pasquale ed Angelo, al suo germano Nicola (marito di Guendalina Parry Grainger), ai figli di quest'ultimo Alberto, Carlo e Diego. E spetta il titolo di Marchese di Montesilvano (mpr.) e quello di Conte con... Continua

lo stesso pred. di Torre S. Susanna ad Achille, di Carlo Antonio, di Giovan Tommaso, (marito della nobile Stefania Giudice Caracciolo di Villa); quello di Conte con Pistesso pred. e col pred. dei Marchesi di Montesilvano ai suoi figliuoli Eugenio, Eduardo ed Alberto, ed ai suoi fratelli Alfredo (marito della nobile Teresa de Leone), Arturo ed Ernesto; e spetta il titolo di Nobile (pers.) con gli stessi pred. a tutte le femmine della stessa discendenza. Altro ramo. Antica famiglia d'origine greca, trasferitasi sin dal XIII secolo in Altamura, ove occupò ininterrottamente le più elevate cariche. Pietro fu arcivescovo di Acerenza nel 1249. In data 24 gennaio 1464 Pasquale di Antonio, sindaco dei nobili di Altamura, ebbe in donazione per se e suoi discendenti da Ferdinando I d'Aragona una torre con annessa terra oltre il fossato di detta città. Il 2 gennaio 1544 Pietro Aurelio ebbe da Carlo V riconoscimento e conferma dell'antica nobiltà di sua famiglia e concessione dei titoli e prerogative di Familiare Domestico e Commensale del Re. Nel 1662 altro Pietro Aurelio fu infeudato di Allegrocore, Galesano, Surboli i persona di Bisanzio, figlio del suddetto. Nel 1583 Roberto fu vescovo di Francesco I, fu Gentiluomo di Camera con esercizio del re Francesco II; e da ultimo il conte Diego morì in guerra a Selo il 21 agosto 1917.


Compra un documento araldico su Nilo

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Nilo

Blasone della famiglia

D'azzurro alla banda d'oro accostata da due comete di sedici raggi dello stesso, poste nel senso della banda. Motto: Omnia vincit amor.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook