EU Avviso cookies: Questo sito fa uso dei cookies per migliorare la sua esperienza. Se non li gradisse può inibirne l'uso regolando il suo browser nella sezione strumenti e modificando le impostazioni dei cookies. Informazioni sulla privacy. Non Accetto
OK Accetto Chiudi questo avviso.
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Nusi, provenienza: Italia

Titolo: Conti - Nobili
Traccia araldica della famiglia: Nusi
Corona nobiliare Nusi Famiglia decurionale di Casalmaggiore. I fratelli Evaristo e Felice Nusi, decurioni di Casalmaggiore, con diploma 13 gennaio 1752 del duca di Parma ebbero il titolo comitale con trasmissione mascolina. Con diploma 24 novembre 1770 fu insignito del titolo stesso il predetto Felice, con trasmissione primogeniale maschile ne' figli del fratello suo Evaristo e con deroga dall'obbligo di acquistare il feudo corrispondente ed ottenne la delineazione dello stemma nel Codice Araldico con decreto 25 settembre 1771 dell'I.R. Tribunale Araldico: era decurione ed oratore della città di Casalmaggiore presso il Governo della Lombardia Austriaca. Questi titoli vennero confermati con sovrana risoluzione 13 novembre 1816 e riconosciuti con Decreto Ministeriale 30 giugno 1875. Questa casata è iscritta nell'Elenco Ufficiale col titolo di "conte" con trasmissione primogeniale e col trattamento di don e di donna. Altro ramo. Antica e nobile famiglia della Lombardia con residenza nella località di Val Brembana nel Bergamasco.... Continua

Da remoto tempo non sono pervenute più notizie di suddetta famiglia. Altro ramo. Un'antichissima versione sulla origine di questa famiglia dice: Vennero de Toscana, grandissimi homeni solito de facende, et erano zojelieri, et altre sorte de mercantie, et hanno fatto de belli stabeli, sopra la fondamenta della Madonna dell'horto. E difatti in questa chiesa vi sono memorie di una famiglia resa specialmente illustre da un Francesco, segretario del Senato nel 1579, per un suo dotto studio, dove intende di provare la giurisdizione del governo veneto sul mare Adriatico. Il casa diede uomini forti e vigorosi dedicati, in gran parte, alla navigazione, percorrenti i mari e recanti, specialmente lungo la costa dalmata, una grande intraprendenza commerciale. Nuclei di questa gente si stabilirono a Chioggia, a Pellestrina ed in altri luoghi del litorale della laguna, dove, per distinguersi uno dall'altro, si denominarono: Chiodo, Bazzara, Drago, Grillo, Campanaro, Piva, Cajo, Dalla Cariola, Salata, Penini, Nusi, Gallo, Labbia, Daotto, Bell'umore, Brazzara, Marchian, Marubio ecc. Non è improbabile che qualcuno di questi abbia abbandonato il cognome originario per assumere definitivamente quello con cui erano sopranominati. Il dl 1686 giudica Rizzardo Nusi per certi sortilegi e perchè scommetteva sempre; il che non tornava nell'ordine del buon costume.


Compra un documento araldico su Nusi

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Nusi

Blasone della famiglia

Troncato: al primo d'oro, all'aquila di nero, linguata di rosso; al secondo d'azzurro al leone d'oro, linguato di rosso, tenente un cannone, d'argento, in sbarra.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook