EU Avviso cookies: Questo sito fa uso dei cookies per migliorare la sua esperienza. Se non li gradisse può inibirne l'uso regolando il suo browser nella sezione strumenti e modificando le impostazioni dei cookies. Informazioni sulla privacy. Non Accetto
OK Accetto Chiudi questo avviso.
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Nussio, provenienza: Italia

Titolo: Baroni
Traccia araldica della famiglia: Nussio
Corona nobiliare Nussio
Giovanni è scritto nel Capobrevi corrottamente per la rozzità della lingua, Guxo, perche ne' tempi antichi scrivevano con la medesma lingua Siciliana rozza: adesso tutti i Siciliani scriveno Italiani, etiamdio nelle lettere missive: tuttavia à questi tempi per G. dicono Guzzo. Questi venne nel reggimento del Rè Federico III, agnominato il Semplice, a' servigi della Regina Antonia, figlia del Duca d'Adria, nel casamento, ch'ella fece col Rè Federico l'anno 1374. Giovanni G. fù uno de i gentilhuomini, che à suoi servigi passarono, col quale Ansaldo, e Ruggiero G. suoi fratelli, tutti della città di Tolon della Francia, ed hebbe dal medesmo Rè la Castellania di Nicosia, e dal Rè Martino nel 1396 il feudo, e castello di Montechiaro non lunge Lalicata, confiscati à Guglielmo Ramondo Moncada; mà havendo morto egli senza lasciar veruna prole, il medesmo Rè diede Montechiaro à Palmiero di Caro cavaliero Leocatese, ed à Pietro G., nepote... Continua

di Giovanni, figlio del fratello Ansaldo, la Castellania di Nicosia in vita, e gli'altri beni allodiali: e l'altro fratelle chiamato Ruggero, hebbe pingui beneficij. Hebbe G. o un'altro fratello, chiamato Ruggiero, c'habitando in Nicosia lasciò grossa facultà a suoi figli Pietro, Alfonzo, e Ruggiero G., conforme per il suo testamento chiaramente si vede negl'atti di not. Matteo de Rùffa di Nicosia à 9 di Novembre 1394, per lo quale, dice, esser oriundo di Tolon città della Francia, ed habitator di Nicosia. Frà i discendenti di Pietro G. si ritrova Matteo, che militò a' servigi del Rè Alfonzo, del medesmo Pietro, Giovanni G. fù eletto cavalier aurato dell'Imp. Carlo Quinto, e per mano di don Ferrante Gonzaga al'hora Vicerè di Sicilia nel 1543. Non s'have avuto notitia sin hora se il prenarrato Giovanni fosse figlio del prenarrato Matteo, ò d'altri figli di Pietro, il quale, per suo testamento stipulato negl'atti di notar Guglielmo Salamone di Nicosia, à 7 di Giugno del 1427, lascia quattro figli, Bartolomeo Sacerdote, Antonino, Matteo, e Francesco G., che l'acquistò di sua moglie Flodorisia, figlia di Michele Gaspo gentilhuomo di Nicosia, il quale per servigij hebbe dal Rè Federico III nel 1375 tutti i beni, e proventi allodiali del Ducato di Randazzo: l'altra figlia di questo Michele, chiamata Nicolosa, fù moglie di Diego di Graier don Traiano ne pervenne don Giovanni Ciantro della Matrice di quella Città, don Gioseffo, e don Antonino.


Compra un documento araldico su Nussio

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Nussio

Blasone della famiglia

Spaccato; nel primo d'azzurro, all'aquila d'oro; nel secondo di verde, al cane accompagnato da due alberi di pino, ed una fascia attraversante sullo spaccato, il tutto d'oro.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook