1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome PRESUTTI, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Traccia araldica della famiglia: PRESUTTI
Corona nobiliare PRESUTTI Antica famiglia aquilana ed una delle più potenti nel capitanar le fazioni politiche del secolo XIV. Tolse il nome da un Pretatto vissuto nel secolo XIII. Francesco-Antonio ne è l'uomo più noto. Egli tentò di dar la città di Aquila in mano al Papa Urbano VI allorchè questi era in disgusto con la Regina Giovanna Prima, ma fallitogli il colpo, prese il bando, sostenendosi con le armi de'suoi partigiani. Nel 1381 però Rainaldo Orsini collegatosi alla fazione regia, contribuì alla resa del Pretatti, il quale recato in Aquila ebbe mozzo il capo. Tali sono i principii, che da sopracitati Autori si diedero a questa famiglia, ma per esser questo fatto assai remoto, e d'historia molto lontana, lasciamo perciò a più eruditi delle sacre antichità, e dell'historie l'investigarne il suo certo principio. Quel che però di certo habbiamo, è che la casata per la loro antichità, e splendore, e per virtù... Continua
militare, carrichi così laicali, come Ecclesiastici, e per ogno altro preggio di Cavalleria nobilissimi si scorgono, e crebbero un tempo in tanto numero, e furono sì magnifici, e generosi nelle fabbriche, e in edificar palaggi, e ville per loro habitatione in detta Città, che per ciò diedero il nome ad una intiera comarca, e strada detta fin hora della casata.

Compra un documento araldico su PRESUTTI

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: PRESUTTI

Blasone della famiglia

Di rosso, vestito d'oro, al sole dello stesso, col capo d'azzurro carico di un'aquila coronata.
Citato in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI" .
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook