EU Avviso cookies: Questo sito fa uso dei cookies per migliorare la sua esperienza. Se non li gradisse può inibirne l'uso regolando il suo browser nella sezione strumenti e modificando le impostazioni dei cookies. Informazioni sulla privacy. Non Accetto
OK Accetto Chiudi questo avviso.
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Palino, provenienza: Italia

Titolo: Conti
Traccia araldica della famiglia: Palino
Corona nobiliare Palino Antica e notevole famiglia di Cavaglià (Biella) con memorie dal sec. XIII. Pietro, che viveva nel 1241, e Bongiovanni nel 1259 furono notai. Giovanni, del notaio Bernardo, fu avvocato, giureconsulto, professore di leggi all'Università di Torino e valente scrittore. Giovanni, pronipote del predetto, fu anch'egli professore nell'Università di Torino, e ugualmente fu professore altro Giovanni, nipote di costui. Teonesto, figlio del notaio Giovanni Pietro, che fu avvocato, magistrato, prefetto, ottenne per le sue benemerenze la concessione del titolo di conte il 30 maggio 1837 per sè e per i sue figli Augusto e Ippolito, natigli dalla seconda moglie Rosalia del conte Giacinto Viarana, coll'obbligo di due maggioraschi a fondare di lire diecimila di reddito, per ciascuno. Il secondogenito Ippolito ebbe dalla sua consorte Eugenia Caselli, Eugenio, che gli premorì. Augusto sposò Emilia Ponza di San Martino e furono suoi figli Giuseppe Alfredo (nato a Torino, 1870) e Maria (nata a... ContinuaTorino, 20 gennaio 1859), che sposò (1890) il generale Carlo Alberto dei marchesi Morelli di Ticineto e dei conti di Popolo. Giuseppe Alfredo ebbe dalle sue nozze (1895) con Giulia del conte Stefano Melegari Franchini: Emilia, Augusto e Stefano. Fratello del conte Teonesto fu Lorenzo (deced. 1853), da cui nacquero: Pietro (nato a Cavaglià, 12 agosto 1812; deced. a Torino, 19 gennaio 1905), che fu tenente generale, decorato di tre medaglie al valore e si distinse nelle campagne del '48, '49, e '59; Carlo (deced. 1863), che fu console generale, e Luigi, che fu intendente generale e quindi segretario generale del Ministero degli Interni. La famiglia è iscritta nell'Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano col titolo di conte (mpr.), in persona di Giuseppe Alfredo, di Pietro, di Teonesto. Figli: Emilia, Augusto. Sorella: Maria, in Morelli
Compra un documento araldico su Palino

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Palino

Blasone della famiglia

D'azzurro alla banda di rosso, orlata d'oro, accompagnata da due saliere d'argento; col capo d'oro, all'aquila coronata, di nero.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook