EU Unsere Cookies: Wir Sie, dass diese Website Verwendung von technischen und statistischen Cookies einschließlich Dritte Cookies macht. Sie können die Nutzung durch eine entsprechende Einstellung Ihrer Browser-Einstellungen Cookies hemmen. Privacy.
No Ich akzeptiere nicht
Ja, Schließen Warnung.
  1. Home
  2. Suche Nachnamens
  3. Suchergebnis
  4. Herkunft des Familiennamens

Herkunft des Familiennamens Pandiani, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Conti - Nobili
Heraldische Spur die Familie: Pandiani
Krone des Adels Pandiani
La famiglia è estinta nei maschi e il titolo feudale è finito. I membri della famiglia, originari di Pavia, poi in Casale, hanno memorie risalenti al principio del secolo XVI; epoca in cui si formano i due rami: quello, estinto e comitale, di Milano, e quest'altro, pure estinto e comitale di Piemonte. Nel 1647, Giovanni Ambrogio è investito di Montù de' Gabbi: nel 1778, Paola Curione, moglie di Ambrogio, è investita di Olivola col comitato, come erede di casa sua, onde il figlio, conte Luigi prende a dirsi C. Curioni. Il nipote ex-filio di Luigi, di nome Camillo (nato a Olivola, 11 ottobre 1841), contrammiraglio e senatore del Regno (21 novembre 1901), comandò con gloria e prudenza la spedizione armata in Cina (1901). Per la sua morte improle, il titolo comitale passò alla discendenza della sorella Adelaide in Riccardi autorizzata a chiamarsi Riccardi-C. Camillo (dec.), di Giovanni Ambrogio, di... Fortsetzung folgt

Luigi. Sorelle: Maria, Enrichetta, Adelaide in Riccardi. Altro ramo. I Sanudo, anticamente denominati Candiani, furono dei primi fondatori di Venezia, e discendono da Tommaso Candiano Sanudo, senatore padovano, che fuggendo le stragi di Attila, cercò nel 421 un asilo nelle lagune venete. I suoi discendenti abitarono prma in Eraclea, indi a Malamocco, governando quelle popolazioni come tribuni. Si vuole che il primo doge di Venezia Paolo-Lucio Anafesto, eletto nel 697, appartenesse a questa famiglia. Marco Sanudo, che fu capitano da mare nel 1100, si rese padrone di alcune isole, fu eletto Duca del mare Egeo e creato Re di Candia, indi investito con tutti i suoi discendenti delle isole di Nasso, Pario, Milo, Marine ed Andri. Ebbe questa famiglia cinque dogi successivi di padre in figlio, e di fratelli in fratelli, e molti Patriarchi, Vescovi, capitani, Procuratori di S. Marco ecc. Fu confermata nell'avita nobiltà con sovrana risoluzione 18 Dic. 1817. Altro ramo. La famiglia C. è una delle prime della Repubblica Veneta, ove ha concorso ne' primi carichi di quella. Veggiamo à Pietro C. Doge nel 887 Pietro C. II, Doge nel 932 Pietro III nel 941 e gli seguì nel medesimo carico Pietro IV nel 959, e molt'altri huomini illustri nella milita hebbe Gio. Andrea C. venne in Sicilia dalla medesma Città nel reggimento del Rè Martino, dal quale fù impiegato in molti honorati caric Rè Catolico il Governo di Randazzo, e da questo in poi non ho trovato altra serie di lei, ne sappiamo se vive, ouer se sia estinta nel Regno.


Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Pandiani

Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

Familien-Wappen: Pandiani

Blasonierung die Familie

Interzato in fascia: al primo d'oro all'aquila coronata di nero; nel secondo d'azzurro alla torre d'argento; nel terzo a tre pali di rosso.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook