EU Unsere Cookies: Wir Sie, dass diese Website Verwendung von technischen und statistischen Cookies einschließlich Dritte Cookies macht. Sie können die Nutzung durch eine entsprechende Einstellung Ihrer Browser-Einstellungen Cookies hemmen. Privacy.
No Ich akzeptiere nicht
Ja, Schließen Warnung.
  1. Home
  2. Suche Nachnamens
  3. Suchergebnis
  4. Herkunft des Familiennamens

Herkunft des Familiennamens Paniga, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Conti - Nobili
Heraldische Spur die Familie: Paniga
Krone des Adels Paniga
Antichissima famiglia castellana del Friuli, che vanta a suo capostipite un D. Artico de panialeis, al nome del quale le vecchie genealogie aggiungono la data 1160. Il documento, però, al quale la data stessa sembra riferirsi, non è pervenuto sino a noi. Un atto autentico, invece, ci parla del figlio di lui, Folcomaro,che nel 1218 gastaldo del patriarca d'Aquileia in Cinto, e nel 1219 veniva dalo stesso investito in legale feudo di terre in Villa cricola e in Vado. Di altri feudi figura in seguito investita la famiglia, come di quello di Plate, di Villalta, e di Chions dai Patriarchi di Aquielia, di S. Gio. della Motta da Samaritana da Camino, del Borgo della Motta di Livenza da Beachino da Camino. Nel 1326 Nicolò, di Enrico, veniva insignito del capitanato di Aquileia investita i Panagai della terra di Medrona, che, a quanto affermano gli storici del luogo, era loro appartenuta... Fortsetzung folgt
anche in tempi anteriori, prima che ai Caminesi e ai Torriani. Passato il Friuli sotto la Repubblica Veneta, la famiglia che aveva fatto senza resistenza atto di sottomissione, venivano reinvestiti nel 1421 dei loro feudi, e, più tardi, ottenevano a livello perpetuo la villa di Chions verso una tassa annua di L. 85, con giurisdizione civile e criminale, salvo l'appello al Luogotenente della Patria (5 novembre 1453). Il contributo feudale all'esercito patriarcale ad essi spettante in tempi di guerra era di un cavaliere armato. Il castello di Panigai, quale feudo nobile, retto e legale, godeva di giurisdizione di mero e misto imperio civile e criminale, con pena di sangue e ultimo supplizio in prima istanza, salva l'appellazione al Luogotenente. La famiglia aveva saltuariamente dimora anche in Portogruaro e sedeva in rango nobile nel Consiglio della città. E così pure nel consiglio di San Vito al Tagliamento. In entrambe queste comunità i suoi membri furono chiamati alle primarie magistrature. Sussistono attualmente due distinte linee di questa famiglia staccatesi dal comune ceppo nel secolo XVI. La primogenita discende da un Nicolò di Panigai (nato nel 1500, decadde 1567) e da Corona di Colloredo, sua prima moglie, la secondogenita da Marzio (nato nel 1566, decadde 1609) e dalla sua seconda moglie Giovanna Barbaro P. V. La giurisdizione feudale era esercitata alternativamente dal piùoca medievale i Panigai alzavano nel'arma solamente una spiga di panico, come da sigillo trecentesco di folcomaro di Panigai riprodotto dall'abate Bertoli nelle sue "Antichità di Aquileia" (M.

Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Paniga

Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

Familien-Wappen: Paniga

Blasonierung die Familie

Di azzurro al giglio d'oro; con la spezzatura di una borduara del secondo pel ramo secondogenito.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook