1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Patzeni, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Cavalieri
Traccia araldica della famiglia: Patzeni
Corona nobiliare Patzeni Antica famiglia sarda, con residenza nel quartiere di Stampace, detta Atzeni o Adçeni, le cui prime notizie certe, risalgono agli inizi del XVI secolo. Inizialmente appartenente alla borghesia, alcuni dei suoi membri furono consiglieri del castello durante tutto il sec. XVII ma, nel 1690, ottennero il cavalierato ereditario e la nobiltà con un Agostino che, nel 1698, fu ammesso allo stamento militare, durante il parlamento Montellano. Inoltre, tal casato, in ogni epoca, sempre si distinse per gli elevati personaggi, a cui diede i natali. Tra questi, ricordiamo: Giovanni, che, nel 1515, ottenne da Ferdinando II di venire assimilato agli iberici di Castello e di poter accedere alle cariche pubbliche. La concessione fu poi annullata da Carlo V, dietro protesta dei Consiglieri Civici di Castello. Nel 1555 Giovanni era ufficiale del Santo Ufficio e inviò al Consiglio dell'Inquisizione di Spagna una relazione sulla morte del Viceré Lorenzo Fernandez de... ContinuaHeredia, avvenuta il 14 ottobre di quell'anno; Francesco Atzeni, dottore in "utroque jure", avvocato dello Stamento Militare sia al Parlamento Aytona nel 1593, che nel 1614 al Parlamento de Gandia. Lo stesso, sposò Maddalena Sellers, da cui: Giovanni Francesco Atzeni y Sellers, battezzato il 30 gennaio 1576 dal canonico Antonio Atzori e padrini Gavino Sasso e la "Signora Reggentessa", Antonia Montaner y Busquets; Marianna Atzeni (y Sellers?), morta 27 maggio 1608, che sposò don Giacomo Manca. Altri membri della famiglia, degni di annovero, sono: Michele Atzeni, scolano, ovvero sacrestano del Duomo di Cagliari, vissuto tra la fine del 1500 e i primi del 1600; Francesco Atzeni, naturale di Stampace, figlio di Melchiorre Atzeni e di Felicia Ruger, vedovo, il 14 settembre 1655 sposò in seconde nozze Grazia Brundu, naturale de La Marina, figlia di Geroni Brundu e di Antioca Machi; Agostino Atzeni, Consigliere Civico a Cagliari, nel 1679 in 5ª, e nel 1692 in 3ª; Sebastiano Azeni, Rettore della Chiesa Parrocchiale di Sant'Anna in Selegas, nell'anno 1588. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Compra un documento araldico su Patzeni

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Patzeni

Blasone della famiglia

Di rosso bigliettato d'argento al leone rampante d'oro.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook