EU Os cookies observe: Este site faz uso de cookies técnicos e estatísticos, incluindo cookies de terceiros. Você pode inibir o seu uso, ajustando as configurações do navegador de cookies. Privacy. Não, eu não aceitar
Ok feche o alerta.
  1. Home
  2. Pesquisa Sobrenome
  3. Resultado da pesquisa
  4. Origem do sobrenome

Origem do sobrenome Peccinini, país de origem: Italia

Nobreza: Conti - Nobili
Rastro heráldico da família: Peccinini
Coroa de nobreza Peccinini E' questa famiglia un ramo di quella omonima, che fu in Siena una fra le più ricche e le più potenti. Questo ramo di stabilì in Carpineto fino dal XV secolo Pietro e Leonardo, figli di un Antonio che viveva al principio del secolo XVI, diedero vita a due rami della famiglia. Da quello di Pietro discese una lunga serie di dottori e di capitani fino ai viventi che si fusero col ramo di Leonardo per il matrimonio di Michelangelo, capo di tale linea, con Anna Maria, sorella del pontefice Leone XIII. Anche il ramo di Leonardo, dal quale discese Gioacchino, il grande menzionato Pontefice, si distinse per uomini che occuparono primarie cariche civili ed ecclesiastiche. Monsignore Giuseppe (decaduto in Roma nel 1806), e del quale si vede in sepolcro nella chiesa delle SS. Stigmate in Roma, fu protonotario apostolico e referendario della Signatura di giustizia. Suo fratello Carlo,... Continua
colonnello, della milizie baronali di Carpineto, fu padre di Domenico Lodovico, pure colonnello e che sposò Anna Prosperi Buzzi della nobile famiglia di Cori, sepolta pur essa nella chiesa delle Stigmate, ove esiste la cappella gentilizia dei Pecci. Altra cappella gentilizia fu innalzata nella chiesa di S. Crisostomo in Trastevere. IL ramo di Pietro ha le cappelle gentilizie di S. Francesco e del SS. Sacramento a Carpineto, nelle chiese di S. Angelo e di S. Giovanni. Motto della famiglia: Lumen in Coelo Altro ramo. Di origine senese, fu feudataria del castello di Procena, poi di quello di Argiano nel contado senese, e più tardi delle terre di Ornica e di Atonson in Ispagna. Sullo scorcio del XIII secolo, stabilitasi in Siena, quivi godette grande autorità e venne ascritta al Consiglio dei nove. Salì essa in tal potenza e ricchezza che quando il Pontefice Martino V si recò in Siena fu splendidamente alloggiato con tutta la sua corte nella casa dei magnifici fratelli Giovanni e Giacomo Pecci, i quali gli prestarono 15,000 fiorini d'oro ricevendone in pegno la zecca di Spoleto. Pietro, professore di leggi civile e canonica nella patria Università, rappresentò la città di Siena all'incoronazione dell'Imperator Sigismondo che accompagnò poi fino a Ferrara e ne fu gratificato del titolo di barone e di conte palatino; Francesco nel secolo XVII ebbe il governo dell'armi di Asola, piazza di grande pe, fratello del precedente, fu versatissimo nella greca letteratura e lasciò anch'egli scritti preziosi.

Compre um documento heráldico sobre família Peccinini

Para mais informações ou dúvidas, por favor não hesite entre em contato conosco:

Escudo da família: Peccinini

Brasão da família

D'azzurro al cipresso al naturale, nudrito nel terreno di verde, attraversato da una fascia di argento, accompagnato nel cantone destro del capo da una cometa d'oro ondeggiante in banda ed accostato in punta da due gigli dello stesso.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook