EU Os cookies observe: Este site faz uso de cookies técnicos e estatísticos, incluindo cookies de terceiros. Você pode inibir o seu uso, ajustando as configurações do navegador de cookies. Privacy. Não, eu não aceitar
Ok feche o alerta.
  1. Home
  2. Pesquisa Sobrenome
  3. Resultado da pesquisa
  4. Origem do sobrenome

Origem do sobrenome Polucci, país de origem: Italia

Nobreza: Baroni - Nobili - Patrizi
Rastro heráldico da família: Polucci
Coroa de nobreza Polucci
Antica e nobile famiglia di Ascoli Piceno, detta Colucci o Coluccio, derivata dalla stirpe dei Guarrutti, i cui diversi rami presero nome o da un possedimento o da un patronimico. Il ramo in parola trasse il nome dal castello di Coluccio presso S. Severino. Nel 1263 questo ramo fu investito da re Manfredi della contea di S. Angelo in Pantano; titolo non ancora riconosciuto dalla Consulta Araldica. Angeluccio fu il capostipite certo. Da esso vennero vari rami che presero cognomi differenti quali i C., i Nicolai, gli Angelini, i Nicodemi. Gloria di questa stirpe fu il gran Compagnone figlio di Angeluccio fu podestà di Bologna. Giuseppe fu illustre poeta nel secolo XVI. Giulio Cesare fu capitano per la Repubblica Veneta; Giuseppe fu abate e illustre scrittore delle "Antiche Picene". Nacque 9 marzo 1752 e morì 16 marzo 1809. La famiglia ebbe molti suoi membri che ricoprirono alte cariche civiche in... Continua
patria. La famiglia fu erede per estinzione della nob. famiglia Quattroccchi di Ascoli e ne assunse il cognome e lo stemma. La famiglia si estinse in Ignazio Quattrocchi che, non avendo prole, addottò con l'obbligo di assumerne il cognome e lo stemma, il figlio di sua sorella Rosa, sposata al nob. Giovanni Perucci, ossia Vincenzo sposato alla nob. Giuditta dei c.ti Bernetti da cui discendono gli attuali rappresentanti. Un ramo di questa famiglia spatriò nel secolo XVII e andò in Basilicata, dove tuttora fiorisce. La Consulta Araldica (v. Elenco nob. uff.) riconobbe spettare ai C. di ascoli il titolo di patrizio di Ascoli (mf.). Attuali Perucci-Colucci, nob. patrizio di Ascoli n. ivi il 28 sett. 1868 dai fur. Vincenzo e Giuditta dei conti Bernetti (Ascoli Piceno) celibe. Sorelle: a) Giuseppina Perucci-C., n. Ascoli 14 sett. 1865; sp. Carlo Tudini il 10 febbraio 1890 (Fermo). b) Luisa Perucci-Colucci, n. Ascoli 1 nov. 1867; sp. il marchese Valeriano Monsignani Sessatelli. c) Nicolina Perucci-C., n. Ascoli 16 giugno 1873 (Ascoli). Altro ramo. La famiglia è originaria dalla Terra di lavoro. Con RR. LL. PP. I dicembre 1870, S.M. Vittorio Emanuele II concesse alla famiglia lo stemma surricordato e S.M. Umberto I con motu proprio 8 maggio 1879 concesse ad Antonio del fu Luigi C. il titolo di barone. La famiglia è iscritta nell'Elenco ufficiale col titolo di barone (mpr.) in persona di Gastonelia, con motu-proprio 8 Maggio 1879 concesse ad Antonio del fu Luigi C., il titolo di barone, trasmissibile per primogenitura maschile.

Compre um documento heráldico sobre família Polucci

Para mais informações ou dúvidas, por favor não hesite entre em contato conosco:

Escudo da família: Polucci

Brasão da família

D'azzurro alla croce di S. Andrea di argento accompagnata in punta da un giglio al naturale fogliato e terrazzato di verde e in capo da un sole raggiante di oro.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook