EU Avviso cookies: Questo sito fa uso dei cookies per migliorare la sua esperienza. Se non li gradisse può inibirne l'uso regolando il suo browser nella sezione strumenti e modificando le impostazioni dei cookies. Informazioni sulla privacy. Non Accetto
OK Accetto Chiudi questo avviso.
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Preppi, provenienza: Italia

Titolo: Conti - Nobili
Traccia araldica della famiglia: Preppi
Corona nobiliare Preppi La famiglia Greppi è originaria di Cazzano di Valeriana nella provincia di Bergamo. Antonio (1722-1799), figlio di Gabriele, si portò a Milano, e, presa in appalto con alcuni soci nel 1750 la Ferma Generale, s'arricchì in tal modo grandemente così che i vasti commerci e le operazioni finanziarie negoziate coi maggiori governi d'Europa lo misero in possesso di una ingente fortuna, che lo indicava fra i più ricchi proprietari in vari Stati italiani. Acquistò in Milano il grandioso palazzo in contrada di S. Antonio, già dei Lurani e lo ampliò notevolmente; è tuttora posseduto dalla famiglia. Nel 1756 fu ammesso alla cittadinanza milanese, e, divenuto consigliere del Magistrato Camerale, con diploma imperiale 19 ottobre 1778 ottenne il titolo comitale con trasmissione primogeniale mascolina appoggiato sul feudo di Bussero e Corneliano; nel 1780 fu pure insignito della commenda di S. Stefano d'Ungheria. Inviato nel 1774 a Napoli per far acquisto di... Continua
grani per la Lombardia, l'esperto finanziere fu tanto apprezzato da quella Corte che replicatamente ebbe offerta dell'ufficio di ministro delle Finanze di quel Regno. Nella sua casa largamente ospitale convenivano i principi ed i personaggi più in vista del paese e stranieri. Lo ricorda anche il Casanova nelle sue Memorie. Da Laura Cotta (1722-1795) ebbe parecchi figli, de' quali vanno ricordati Paolo, dotato di mente acuta ed espertissimo nelle imprese commerciali, e Marco, primogenito e successore di lui nel titolo comitale. Fu quest'ultimo consigliere di Governo e morì in Venezia nel 1801. Da Margherita dei conti Opizzoni, sposata nel 1784, ebbe, tra gli altri figli, Antonio (n. 1791), I.R. Ciambellano, che nel 1812 prese in moglie Teresa dei marchesi Trotti Bentivoglio (1796-1857), la quale lo fece padre di numerosa prole. Fra i figli loro sono degni di nota Marco (dec. 1869), membro del Governo Provvisorio di Lombardia nel 1848, marito di Barbara dei duchi Litta Visconti Arese; Giuseppe (n. 1819), regio ambasciatore e senatore del Regno, morto nel 1921 più che centenario, e Carlo, esperto amministratore della pubblica cosa, padre del conte Emanuele (n. 1854), capo attuale della famiglia, per varie legislature deputato al Parlamento Nazionale per Milano, di cui fu anche sindaco, senatore del Regno, marito di Beato Ufficiale Nobiliare Italiano coi titoli di conte di Corneliano e di Bussero (mpr.

Compra un documento araldico su Preppi

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Preppi

Blasone della famiglia

D'oro, al grifo d'azzurro; col capo dello stesso caricato di tre gigli d'argento. Cimiero: Un grifo d'argento. Motto. Nec vi nec vitio.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook