EU Avviso cookies: Questo sito fa uso dei cookies per migliorare la sua esperienza. Se non li gradisse può inibirne l'uso regolando il suo browser nella sezione strumenti e modificando le impostazioni dei cookies. Informazioni sulla privacy. Non Accetto
OK Accetto Chiudi questo avviso.
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Preti, provenienza: Italia

Titolo: Marchesi - Nobili
Traccia araldica della famiglia: Preti
Corona nobiliare Preti Gli studiosi di Araldis segnalano un'importante lapide marmorea con stemma della famiglia Preti e Andreasi, posta nella Chiesa di N. S. delle Grazie, a Grazie, nella provincia di Mantova, di cui riportiamo fedelmente il testo latino: "Catharinae amorotae De Andreasiis Ludovici De Pretis uxoris ipsa sicmandante hic ossa conduntur quaeobiit anno MDXXVII ult° Augusti quod autem vetustate collisum Alexander De Pretis eius Fillius ad perpetuam rei memoriam restaurari fecit MDLXXV". Altro ramo. Antica famiglia aquilana ed una delle più potenti nel capitanar le fazioni politiche del secolo XIV. Tolse il nome da un Pretatto vissuto nel secolo XIII. Francesco-Antonio ne è l'uomo più noto. Egli tentò di dar la città di Aquila in mano al Papa Urbano VI allorchè questi era in disgusto con la Regina Giovanna Prima, ma fallitogli il colpo, prese il bando, sostenendosi con le armi dei suoi partigiani. Nel 1381 però Rainaldo Orsini, collegatosi alla... Continuafazione regia, contribuì alla resa del Pretatto, il quale recato in Aquila ebbe mozzo il capo. Altro ramo. Detti anche Presbiteri o de' Previdi, trassero origine da Castel Guelfo. Ugolino, dott. in leggi, fu presente nel 1204 alla pubblicazione del lodo nella lite fra Bolognesi e Modenesi; Filippo di Mattiolo ambasciatore per il Comune di Bologna a molte corti e città; Bartolomeo giureconsulto ed autore di varie questioni, citate dai grandi giuristi che vennero dopo lui. Altro ramo. Originaria di Treviso e detta anticamente Albaredi, col qual nome la si trova stabilita in Castelfranco fin dal 1390. Diede notari e provveditori alla patria, e l'insigne matematico ed architetto Francesco Maria morto nel 1774. Altro ramo. Antica e nobile famiglia originaria di Mantova. Alcuni rappresentanti furono fregiati del titolo marchionale.
Compra un documento araldico su Preti

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Preti

Stemma  della famiglia Preti

1 Blasone della famiglia Preti

Spaccato; nel 1° d'oro, all'aquila di nero coronata del campo; nel 2° di rosso, a tre teste di preti di carnagione, poste di profilo, coperte di berretta clericale di nero, colle spalle vestite dello stesso.

Preti originari di Mantova, fregiati del titolo marchionale. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. secondo, pag. 378, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Preti

2 Blasone della famiglia Preti

Partito d'oro e di rosso; col capo dell'impero sostenuto da una riga d'argento.

Preti di Castelfranco Veneto. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. secondo, pag. 378, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Preti

3 Blasone della famiglia Preti

D'azzurro, seminato di lacrime d'oro; col leone dello stesso attraversante sul tutto.

Preti, Prete, Presbiteri o de' Previdi originari di Bologna. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. secondo, pag. 378, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Preti

4 Blasone della famiglia Preti

D'argento, al capriolo di rosso caricato delle lettere P.R.E.

Preti o Pretatti originari di Aquila. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. secondo, pag. 378, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook