EU Unsere Cookies: Wir Sie, dass diese Website Verwendung von technischen und statistischen Cookies einschließlich Dritte Cookies macht. Sie können die Nutzung durch eine entsprechende Einstellung Ihrer Browser-Einstellungen Cookies hemmen. Privacy.
No Ich akzeptiere nicht
Ja, Schließen Warnung.
  1. Home
  2. Suche Nachnamens
  3. Suchergebnis
  4. Herkunft des Familiennamens

Herkunft des Familiennamens Raziani, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Conti - Nobili - Patrizi
Heraldische Spur die Familie: Raziani
Krone des Adels Raziani
Un'antica tradizione di famiglia vuole fosse originaria di Bologna, e dove avesse goduto nobiltà. Trasferitasi a Fermo la troviamo ascritta al Nobile Consiglio di Cernita dal sec. XVI; e i suoi membri ricoprirono le più alte cariche e onorifiche cariche cittadine. Sono da ricordare: Giacinto, canonico della Metropolitana di Fermo, poi vicario generale del cardinale Litta (1801) arcivescovo di Milano. Fu letterato di buona fama. Ippolito, arcidiacono, dottore in filosofia, teologia e legge. Vicario generale sotto i due arcivescovi di Fermo, Girolamo Mattei e Alessandro Borgia. Scrisse una relazione giuridica su alcune grazie operate da S. Luigi Gonzaga, pubblicata dal Pannelli in Macerata nel 1734. Giacinto e Domenico docenti di giurisprudenza nell'Università Fermana, questo nel sec. XVIII, quello nel sec. XVII. Verso la metà del secolo scorso questa famiglia dette una generazione di celebri cantanti: Giuseppe, eccellente basso nella Cappella Metropolitana di Fermo; Ludovico, celeberrimo tenore; Francesco illustre... Fortsetzung folgt
baritono; Vincenzo famoso baritono nella Cappella della Metropolitana fermana. Ludovico e Francesco per la loro eccellente voce corsero tutti i più grandi teatri d'Europa; Giuseppe Verdi li prescelse a sostenere la parte di tenore, a Ludovico nella Traviata; e quella di baritono a Francesco nella Forza del Destino, la prima volta che le opere furono rappresentate. La famiglia si apparentò con le principali e nobili famiglie marchigiane. Essa in varie epoche si divise in più rami taluni dei quali si estinsero completamente; ne esistono ancora due: il ramo primogenito, oggi diviso alla sua volta in più rami, e il ramo secondogenito. Saverio capo del suddetto e presente ramo primogenito sposò la nobile Anna Ferri di Porto S. Giorgio, e in questa città stabilì la sua discendenza. Ebbe egli sei figli maschi ed una femmina: 1) Filippo (nato 1833, deceduto 1886) ebbe discendenza, ma terminò con Guido nel 1918; 2) raffaelel (nato 1835) ufficiale dei RR. Carabinieri trasportò la sua famiglia in Calabria, e nulla più si è saputo; 3) Giovanni Batta (1836-1920) ebbe Ssaverio, nato 1896, morì gloriosamente pugnando sul Carso quale soldato di Fanteria il 23 ottobre 1915; 4) Giuseppe (1838-1910) terminò nel figlio Luigi (1876-1903); 5) Edoardo (1842-1923) ebbe Patrizio Fermano (maschi e femmine).

Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Raziani

Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

Familien-Wappen: Raziani

Familien-Wappen Raziani

Blasonierung die Familie

Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook