EU Avviso cookies: Questo sito fa uso dei cookies per migliorare la sua esperienza. Se non li gradisse può inibirne l'uso regolando il suo browser nella sezione strumenti e modificando le impostazioni dei cookies. Informazioni sulla privacy. Non Accetto
OK Accetto Chiudi questo avviso.
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Reggio Emilia, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Traccia araldica della famiglia: Reggio Emilia
Corona nobiliare Reggio Emilia
Il Vescovo di Reggio Emilia pro tempore porta diritto il titolo di Principe, e mentre altri vescovi in Italia antepongono il titolo nobiliare a quello episcopale, quello di Reggio Emilia si chiama Vescovo e Principe. Dell'ordine di questo titolo molti storici e studiosi si sono occupati per stabilirne la epoca ed il documento di concessione. La Commissione Araldica Modenese in modo generico, e forse a scanso di più precise e difficili indagini, lo indicò colla frase "ab immemorabile", riportata poi nell'Elenco Ufficiale Nobiliare italiano. Risulta che il Vescovo di Reggio ebbe degli imperatori nel Medio Evo, e in diverse epoche, concessioni ed investiture di privilegi e facoltà proprie delle autorità civili. Fin da Carlo Magno nel 781 furono concesse al Vescovo di Reggio immunità pei suoi diritti e pei suoi beni. Successivamente da altri imperatori gli furono concessi diritti di "avvocatia" e di inquisizione; poi la giurisdizione sulle vie della ... Continua
città e dintorni. Nel 942 Ugo e Lotario donarono al Vescovo tutte le terre di domini imperiali per un Reggio di 3 miglia, esteso poi a 4 miglia. Con diploma del 1027, che si conserva, fu nominato da Corrado II "Messo Dominico permanente" con libera potestà in città e fuori fino a 4 miglia, con facoltà "duellum judicandi, legem et justitiam fatiendi, et quiduid aliud regalibus missis concessum est". Concessioni confermategli poi da Federico II. Durante l'impero di quest'ultimo il vescovo Nicolò Maltraversi battè anche moneta. Tutte queste concessioni, riconosciute e confermate, di autorità civile (per le quali vendiamo nel secolo XIV vescovi di Reggio investiti di loro castelli e loro beni feudi "per anulum per gladium feritorium, ad usum regni, per merum et mixtum imperium"), portarono al titolo di principe, di cui usò per primo in modo pieno, pacifico e pubblico il vescovo Serafini Tavacci da Trino, che rese la diocesi dal 1379 al 1387. Parecchi storici citano documenti del vescovo Serafino, nei quali è qualificato principe. Ciò forse quel titolo compendiava in sè le facoltà civile successivamente concesse ai vescovi. Così dopo di lui quel titolo, che talvolta era stato anche prima attribuito ai vescovi di Reggio saltuariamente il lettere e documenti a loro diretti, fu poi sempre usato, sia dal vescovo stesso, che della Cattedrale nelle funzione solenne episcopale e nei pontificali. ... Continua

Compra un documento araldico su Reggio Emilia

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Reggio Emilia

Blasone della famiglia Reggio Emilia

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook