EU Unsere Cookies: Wir Sie, dass diese Website Verwendung von technischen und statistischen Cookies einschließlich Dritte Cookies macht. Sie können die Nutzung durch eine entsprechende Einstellung Ihrer Browser-Einstellungen Cookies hemmen. Privacy.
No Ich akzeptiere nicht
Ja, Schließen Warnung.
  1. Home
  2. Suche Nachnamens
  3. Suchergebnis
  4. Herkunft des Familiennamens

Herkunft des Familiennamens Renaudi, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Conti
Heraldische Spur die Familie: Renaudi
Krone des Adels Renaudi
Famiglia oriunda da Sospello la quale annoverò illustri personaggi già nei tempi passati. Merita speciale ricordo il padre gesuita Trofilo (1584-1663), di Onorato, che fu celebre teologo, valente scrittore e confessore del principe Maurizio di Savoia. Sebastiano, di Pietro, acquistò dai Marchesan porzioni del feudo di Falicon, di cui venne investito il 28 giugno 1597. Delle generazioni presenti merita speciale menzione Giuseppe Renato (1775-1850), di Giuseppe Gaetano e di Gabriella Gromo-Losa di Ternengo, il quale, come capitano, fece la campagna delle Alpi rimanendo ferito. Fece parte in seguito dell'esercito francese come colonnello, e nella campagna del 1814 fu gravemente ferito a Macon. Alla Restaurazione entrò nell'esercito sardo, dove raggiunse il grado di generale (1834). Fu governatore della provincia di Novara e successivamente di quella di Alessandria. Per le sue benemerenze fu insignito del supremo Ordine della SS. Annunziata. Fu suo fratello Ottavio Emilio, nato nel 1778 e morto... Fortsetzung folgt

nel 1853; anche questi percorse la carriera delle armi raggiungendo il grado di generale. Sposò Amelia Schussler, e da queste nozze nacque Enrico (1811-1874), che, come il padre, percorse la carriera delle armi e fu nominato tenente colonnello nel 1850. Nella guerra del 1859 fu capo di Stato Maggiore di Massimo d'Azeglio e nominato commissario regio nelle Romagne. Fu successivamente ministro della Guerra e commissario regio in Bologna. Sposò Ermenegilda Audiberti, figlia unica del conte Giacinto, la quale portò il titolo comitale di Santo Stefano al Mare nella famiglia Renaud. Da queste nozze nacque Emilio, che è contrammiraglio della R. Marina. Con R. D. del 19 maggio 1883 Emilio Renaud venne riconosciuto nel titolo di conte per antico possesso, e con RR. LL. PP. del 9 aprile 1911 ottenne l'assenso di assumere e trasmettere il titolo materno di conte di Santo Stefano al mare. Motto della famiglia: In te, Domine, confido - Unge me, Domine, oleo dilectionis tuae. Altro ramo. Antica famiglia di Torino fregiata del titolo comitale. Motto della famiglia: Moderatur et regit.


Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Renaudi

Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

Familien-Wappen: Renaudi

Blasonierung die Familie

D'oro alla quercia nodrita sulla pianura erbosa con un elefante passante, attraversante il tronco, il tutto al naturale.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook