Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Rezzo, provenienza: Italia

Titolo: Duchi - Conti - Marchesi - Nobili
Traccia araldica della famiglia: Rezzo
Corona nobiliare Rezzo Antica famiglia siciliana che ha posseduto in Sicilia gran numero di feudi ed ha occupato le più importanti cariche ed è passata all'ordine di Malta sin dal 1626. Un Giacomo fu protonotaro del regno sotto i Martini; un Francesco, milite, acquistò nel 1392 il feudo Cardinale, che era ancora in possesso della famiglia all'abolizione della feudalità; un Bernardo e Valseca con privilegio 31 agosto - 12 ottobre 1697 ottenne il titolo di duca di S. Filippo; un Orazio fu colonnello nel reggimento R. Farnese; dopo la battaglia di Velletri ottenne il grado di brigadiere generale e con privilegio 23 marzo... Continua
- 18 maggio 1748 ottenne il titolo di marchese; fu capitano generale degli eserciti del regno delle Due Sicilie, cavaliere dell'ordine di S. Gennaro, supremo prefetto della città di Napoli, ecc.; un Tommaso, figlio del precedente, fu cardinale di S.R.C.; un Giuseppe, pure figlio di Orazio, fu cavaliere degli ordini di Malta e di S. Gennaro e padre di Orazio marchese, gentiluomo di camera con esercizio dei re Ferdinando II e Francesco II di Borbone. Oggi questa famiglia fiorisce nei rami seguenti: marchesi; baroni di Trifiletti; baroni della Targia; il ramo dei baroni di Donnafugata si è estinto nella persona di Corrado Rezzo De Spucches, senatore del Regno d'Italia. Ramo dei marchesi: Orazio Rezzo e Rezzo, ottenne riconoscimento del titolo di marchese Arezzo con D. M. 25 settembre 1904 e con Regio Decreto 6 marzo 1904 suseguito da RR. LL. PP. del 15 settembre 1904 ebbe riconoscimento dei titoli di conte di Celano e barone di Pescina. Sono iscritti nell'elenco ufficiale nobiliare i suoi figli: Giuseppe Francesco Emanuele, Pietro deced., Corrado, Agata in Cammarata e Michela in Amari di Sant'Adriano e i figli di Francesco: Orazio, Stefania, Emanuele, Giulia e Maria Francesca. Ramo dei baroni di Trifiletti. Domenico Arezzo, di Carmelo fu riconosciuto con D. P. dal 30 marzo 1927 nel titolo di barone di Trifiletti, titolo che all'abolizione della feudalità era in possesso di Domenico Arezzo per investitura del 6 settembre 1791. Ramo dei baroni della Targia. Con Decreto Presidenziale del 7 luglio 1927 il sig. Gaetano Nicola Arezzo, di Giambattista, ottenne riconoscimento dei titoli di barone della Targia, signore di Spalla, signore di Fiumefreddo e signore di Benali.

Compra un documento araldico su Rezzo

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Rezzo

Blasone della famiglia

Troncato d'oro e d'azzurro, a quattro ricci dell'uno all'altro: due in capo e due in punta.
Citato in "Nobiliario di Sicilia" di Antonio Mango di Casalgerardo (Palermo, A. Reber, 1912).
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook