Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Búsqueda apellido
  3. Resultados de la búsqueda
  4. Origen del apellido

Origen del apellido Rufatto, país de origen: Italia

Nobleza: Principi
Rastro heráldico de la familia: Rufatto
Corona de la nobleza Rufatto
Una delle più cospicue e nobili famiglie napolitane, ascritta come scrive Villabianca ne' primi sedili di Capuano, originaria da consoli romani, feconda di porporati e di personaggi illustri nelle lettere e nelle armi. Un ramo di essa fiorì in Messina ne' principi della Scaletta, incominciato da Antonino R., figlio di Carlo duca della Bagnara signore di Nicosia 1650, principe della Scaletta 1673 essendo stato senatore 1160 e 1661. Fiorirono in oltre: un Placido primo principe della Foresta 1670, della Scaletta 1678; un Antonio principe come sopra 1710, signore di Guidormandri, barone di Giampilieri, del Molino, ed Artelia, gentiluomo di re Vittorio Amedeo è poi di re Carlo III; un Calogero investito dei cennati stati 1740; un Giovanni egualmente 1745; ed un Antonio gentiluomo di camera, senatore 1762 e governatore degli azzurri 1763. Da tale ramo vuolsi poi derivato il marchese Girolamo R. ministro della R. Cassa, cavaliere del Toson d'Oro... Continuará

d'Austria e del S. Gennaro, grancroce di vari ordini, e gentiluomo di camera; il di cui figlio Giuseppe rifulse gentiluomo come sopra, e grancroce dell'Ordine Costantiniano.


Comprar un documento heráldico de Rufatto

Para obtener más información o pregunta, por favor no dude contáctenos:

Escudo de la familia: Rufatto

Blasòn de la familia

Di verde alla fascia di rosso accompagnata da due stelle d'oro di otto punte, una in capo e una in punta.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook