1. Home
  2. Búsqueda apellido
  3. Resultados de la búsqueda
  4. Origen del apellido

Origen del apellido Rumia, país de origen: Italia

Nobleza: Baroni
Rastro heráldico de la familia: Rumia
Corona de la nobleza Rumia Lomia nome proprio d'un frutto e di famiglia nobile, così chiamata non solamente in Sicilia, ma etiamondio in molte Città d'Italia, in alcun'altre di lei ancora la chiamano Limona, e Limone. Il Franciosini nel Vocabulario Italiano, e Spagnuolo dice (così) Lomia specie di Limone in lingua Hispana, e detta Lima. Il Francese la chiama Lumier. Monsù Piero de Lumier fù Cavalir di Rodi nel 1396. Però nel nostro Idioma Italiano, e usato così il nome proprio di L., come di Limone particularmente nella Lombardia, e nella Marca d'Ancona dicono L. conforme riferisce Gio. Gassuri nel suo Vocabulario Longobardo. Tra gl'antichi Cavalieri Gerosolimitani Longobardi, che anticamente nella militar disciplina fiorirono in Piacenza furono Alberico la L., e Beltrando la L. ricevuti l'uno nel 1407, e l'altro nel 1422, ciò lo scrive Luiggi Landriani nel suo libro. Giorgio la L. Anconitano fù Capitano della militia di pie della sua patria Ancona nel... Continuará
1462. Lamberro la L. Piacentino fù Secretario di Giovan Galeazzo Duca di Milano, e nella Città di Castello nella Chiesa de' Padri Conventuali vi giace un'antico sepolcro marmoreo dove gli è sepolto Corrado la L., che fù Governator della medesma Città nel 1413. Gio.Luiggi la L. Piacentino fù Referendario di Papa Eugenio IV, e dal medesmo fù mandato Legato in Ungaria per importanti affari; di maniera assai gentil'huomini virtuosi hanno fiorito di questa famiglia in Italia, di molti de'quali oltre de' predetti nè fa mentione Luca Appiani nel suo libro de successi d'Italia. Gio. Nicolò la L. nobile Piacentino nel 1393 passò indi in Sicilia militando à soldo del Rè Martino, che combatteva all'hora con i Baroni del Regno per l'acquisto di quello. E chetate poscia le guerre Nicolò si casò nella Città di Piazza delle principali del Regno per il carico di Castellano, ch'hebbe del medesmo Rè di Castello di detta Città nel 1402, e ciò si legge per patente regia data in Leontinià 4 di Febbraio di detto anno 1402. Procreò egli con sua moglie Agata Coppera figlia d'Antonio Baron di Buccuto sei figliuoli maschi cioè Pietro, Gio.Thomaso, Henrico, Antonio, Giacomo, e Alberto, che tutti reuscirono virtuosi gentil'huomini. Pietro hebbe confirmato dal Rè Alfonzo la medesma Castellania di Piazza, per privilegio dato in Gaeta à 24 di Luglio 1443. Si casò eglza.

Comprar un documento heráldico de Rumia

Para obtener más información o pregunta, por favor no dude contáctenos:

Escudo de la familia: Rumia

Blasòn de la familia

D'oro a una stella di cinque punte d'argento.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook