EU Unsere Cookies: Wir Sie, dass diese Website Verwendung von technischen und statistischen Cookies einschließlich Dritte Cookies macht. Sie können die Nutzung durch eine entsprechende Einstellung Ihrer Browser-Einstellungen Cookies hemmen. Privacy.
No Ich akzeptiere nicht
Ja, Schließen Warnung.
  1. Home
  2. Suche Nachnamens
  3. Suchergebnis
  4. Herkunft des Familiennamens

Herkunft des Familiennamens Ruschia, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Nobili
Heraldische Spur die Familie: Ruschia
Krone des Adels Ruschia
Da Giovan Battista, di Domenico da Marti, uno dei priori di Pisa nel 1589 nacquero Paolo, Camillo e Bernardino, Paolo, canonico nella Primaziale pisana, fondò una Commenda nell'Ordine di Santo Stefano, del quale vestì le divise nel 1634. Ordine fondato da Cosimo I de' Medici il 15 marzo del 1562, ad imitazione di quello Gerosolimitano, col duplice scopo di difendere nel Mar Tirreno il commercio d'Italia dalle piraterie barbaresche, e di liberare i Cristiani dalla schiavitù della potenza ottomana. La visita fatta alle sue marine scrive lo storico Galluzzi aveva fatto conoscere a Cosimo l'importanza e la necessità di guardarle dalle incursioni dei Turchi. Immaginò pertanto di erigere un Ordine Militare, con cui conseguisse lo stesso intento senza risentirne l'aggravio; profittò della benevolenza del Papa per ritrarne un sussidio dai patrimoni ecclesiastici; interessò la vanità dei ricchi con attribuirgli una marca d'onore e dei privilegi. Pensò con questo atto di... Fortsetzung folgt
eternare la memoria delle due vittorie di Montemurlo e Scannagallo, le quali successero ambedue nel secondo giorno d'agosto; e siccome in tal giorno il martirologio romano indica la festa di Santo Stefano fu invocato per protettore dell'Ordine. Il 15 marzo 1562 l'inviato del pontefice Pio IV presentò a Cosimo la Bolla delle concessioni. Sulle prime il duca Cosimo aveva risoluto di assegnare l'Isola dell'Elba come residenza dell'ordine: luogo adatto pe' suoi comodi porti a tenere in timore i Turchi e gli altri pirati, poscia sembrandogli troppo angusto il territorio che possedeva nell'isola, il duca risolvette di scegliere la città di Pisa, perchè antica e illustre. Successore in detta Commenda, nel 1640, fu il nipote ex frate, Marco, di Cammillo, i cui discendenti furono ascritti alla nobiltà pisana con decreto i luglio 1754, e si estinsero col cav. Cammillo, di Marcantonio, morto nel 1780 lasciando un'unica figlia, Maria Anna, sposò al conte Filippo Bentivoglio di Bologna. Bernardino, di Gio. Battista, fu ripetutamente dei priori; i suoi stefaniano nel 1745 con Francesco, del capitano Verissimo, e furono ascritti alla nobiltà con decreto del 9 settembre 1754.
Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Ruschia

Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

Familien-Wappen: Ruschia

Blasonierung die Familie

Bandato di rosso e d'argento di 4 pezzi.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook