EU Avviso cookies: Questo sito fa uso dei cookies per migliorare la sua esperienza. Se non li gradisse può inibirne l'uso regolando il suo browser nella sezione strumenti e modificando le impostazioni dei cookies. Informazioni sulla privacy. Non Accetto
OK Accetto Chiudi questo avviso.
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Salmerino, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Principi
Traccia araldica della famiglia: Salmerino
Corona nobiliare Salmerino Hebbe il suo principio la famiglia in Pisa da P. Lei nobile Pisano, che fù Potestà della sua patria nel 1172, i cui posteri seguirono per cognome il paterno nome di P. secondo Rubberto Pisanelli nella sua antica Alfea, dove dice egli che la famiglia Lei antichissima in Pisa fù genetrice delle famiglie Vernagalli, P., la Lanfranducci, e la Zacci, che fiorirono con molto splendore nella antica Republica. Pietro P. fù Anziano di Pisa nel 1307, e 1313. Rubberto P. figlio di Pietro hebbe il medesmo ufficio nel 1342, 1348, e 1351. Giovanni P. fù Podestà nel 1362. Ubaldo P. fù Priore nel 1374. Guelfo P. padre di Gio: Andrea tenne à sue spese in serviggio della sua Republica un'anno intiero due Galere. Andrea P. figlio di Giovanni fù Anziano nel 1402. Pier Andrea figlio di Guelfo venne in Sicilia con due grosse Vasselli proprij, e diede molto aiuto al... Continua
Rè Alfonzo nel 1432, e portò seco suo figio Gio: Pietro fanciullo, il quale nella età virile si casò con Laura Agliata, con la quale procreò Franceco P., che si casò con Giovanna Bonguida, ò don Guida de' Baroni di Mongrosso, e fece à Giacomo genitor di Pietro di Nicolò, e di donna Giovanna Amari moglie del Baron della Suria. Pietro si casò con donna Adriana del Pozzo, figlia di don Francesco del Pozzo de' Baroni della Motta di Fermo, ch'ambedue procrearono don Giacomo, donna Angela, donna Margarita, donna Antonia, e don Gaspare P., e del Pozzo, però le predette donne sono tutte Monache nel Monastero di Santa Chiara di Palermo. Nicolò prese per moglie donna Elisabetta Caggio figlia di Gio: Giorgi Caggio, che gli generò don Francesco, e don Ignatio P. Il predetto don Ignatio si casò con donna Dorotea Zarzana, che procreò il vivente don Nicolò hoggi casato con donna Olimpia Tornamira, e tutti i predetti si conservano nobilmente. Altro ramo. Famiglia nobile di pisana, della quale fiorirono in Pisa Pietro, Roberto ed Andrea anziani, il primo nel 1307, il secondo nel 1342 ed il terzo nel 1402. Pierandrea con sue due grosse navi si recò in Sicilia in ajuto di Re Alfonso nel 1432, seco conducendo il figlio Gian-Pietro che fu il capostipite della famiglia Palmerino di Sicilia.

Compra un documento araldico su Salmerino

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Salmerino

Blasone della famiglia

D'oro, al capriolo di rosso, accompagnato da tre palme di verde poste in palo, due in capo, ed una nella punta.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook