Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Suche Nachnamens
  3. Suchergebnis
  4. Herkunft des Familiennamens

Herkunft des Familiennamens Salzedo, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Duchi
Heraldische Spur die Familie: Salzedo
Krone des Adels Salzedo Storica famiglia di chiara, antichissima origine. Dalla Provenza, ove era già illustre e potente per numerose e cospicue signorie, passò in Italia alla venuta di Carlo I d'Angiò, fra gli altri con un Barral, già signore dello stato di balzo (Balcio, Baltio, Baucio, Baux). Figli di Barral furono Cecilia, detta per la sua bellezza "Passerose" sposa di Amedeo IV conte di Savoia, e Bertrando che distintosi nella battaglia di Benevento venne, in seguito, da re Carlo creato conte di Avellino, divenendo capostipite di uno dei più illustri rami della famiglia, ramo che s'estinse nel 1426 con Alice del Balzo vedova di Corrado, conte di Fribourg e Neuchâtel. Altro Bertrando, signore di Berre, seguì Carlo d'Angiò, coi figli Ugo e Bertrando II. Da quest' ultimo ebbe inizio altro illustre ramo della Casa, quello dei conti di Montescaglioso e duchi d'Andria, arricchito in seguito di altri eminenti titoli, come di conte di... Fortsetzung folgt

Bisceglie, di Copertino, duca di Venosa, principe di Altamura, ecc. Il detto Bertrando III, sposò in prime nozze, la p.ssa Beatrice figlia del re Carlo II d'Angiò, e vedova del marchese di Ferrara d'Este, che gli portò in dote la contea d'Andria, ed in seconde nozze Margherita d'Aulnay, vedova di Luigi conte di Fiandra. Fu senatore di Roma e rappresentante del re nel 1323, capitano generale in Toscana dal 1326 al 1330, e coprì per lunghi anni la carica di gran giustiziere del regno. Assai rilevante fu la parte che numerosi componenti della Casa, una delle sette grandi Case del Regno, presero negli avvenimenti politici del reame sotto le dinastie d'Angiò e di Aragona, sia per la vastità ed importanza dei loro feudi, sia per le elevate cariche che essi occuparono, sia per i frequenti parentadi con dinastie regnanti, come oltre l'accennato di Bertrando, quello di Francesco, figlio di lui, primo duca d'Andria, in seconde nozze con Margherita d'Angiò; dei loro figli Antonia e Giacomo, la prima dei quali sposò Federico III d'Aragona, re di Sicilia, ed il secondo Agnese d'Angiò; quello d'Isabella, figlia di Pirro, principe di Altamura, uno dei più potenti signori del regno, che sposò Federico d'Aragona, ultimo re di Napoli di tale stirpe. Con detto Pirro, premortogli il figlio Federico, conte d'Acerra, marito di Costanza d'Avalos, finì la linea primogenita di Mdi servigi militari, diede nel 1465 i feudi di S. Croce e Casa Selvatica e metà di Mirabello nel Molise.


Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Salzedo

Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

Familien-Wappen: Salzedo

Blasonierung die Familie

Inquartato: nel primo e quarto di rosso alla stella a 16 raggi d'argento; nel secondo e terzo d'oro alla cornetta d'azzurro legata e guarnita di rosso.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook