1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Ricerca Cognome

Origine del cognome Sanfelice, provenienza: Italia

Nobiltà: Duchi
Traccia araldica della famiglia: Sanfelice
Corona nobiliare Sanfelice Trae origine questa famiglia da Pietro, cavaliere normanno venuto nel regno di Napoli seguendo le armi di Roberto Guiscardo da cui ebbe in concessione il castello S. Felice (1018) dal quale la famiglia trae il nome. Detto castello in Terra di Lavoro, appartenne poi con Piatravairano alla casa Grimaldi: La famiglia fu ricevuta nel S. M. O. di Malta nel 1583 con un Orazio (Arch. O. Malta, proc. 4796); con Giuseppe il 25 settembre 1626 (Arch. Stato di Napoli, vol. 31, Priorato di Barletta); e con altro Giuseppe il 15 maggio 1652 (Gr. Magistero Roma 217, Priorato di Napoli) e nell'Ordine S. Jago di Spagna nel 1544. I membri di tale famiglia hanno goduto nobiltà in Napoli, al seggio di Montagna, in Cosenza, il quale ramo si estinse, nel Cilento, in Perugia ed in Francia ove nel 1650 viveva un ramo. Possedette i feudi di Agromonte, S. Demetrio, Moliterno, ecc.... Continuaconti di Bagnoli e di Corigliano, verso il 1200; duca di Bagnoli (Molise) concesso il 30 maggio 1625 ad un Orazio; duca di Acquavella, il principato Citra, concesso a un Michele il 6 dicembre 1784, e marchese di Torricella, concesso allo stesso Michele il 30 giugno 1725; marchese di Montesilvano 1773; duca di Lanziano, concesso il 15 dicembre 1637 a Gio. Francesco, ramo nel quale si estinse la famiglia delli Monti, marchesi di Acaja e Corigliano con l'obbligo di anteporre al suddetto cognome quello delli Monti. Questo ramo di estinse in Antonio, capitano d'infanteria, ultimo duca di Lanziano, al quale, morto celibe nel 1792, successe la sorella Caterina maritata nei Caracciolo, marchesi di Pannarano. Ebbe questa famiglia illustri guerrieri fra i quali Pietro, signore di S. Felice, che combattè per l'imperatore Federico II; Leonardo, creato cavaliere da re Carlo I di Angiò, fu vicario generale del conte di Lecce, di Brienne; Berlingiero, giustiziere, di Basilicata nel 1292; ed illustri personaggi, furono: Paride, luogotenente della R. Camera della Sommeria, giustiziere di Calabria e vicario di Terra di Lavore nel 1393; Francesco, reggente la R. Cancelleria, fu autore, di molte opere legali nel 1520. Tommaso. vescovo di Cavour e Venosa. generale commissario del Sacro Concilio di Trento, ambasciatore del re di Napoli a papa Paolo IV e governatore di Perugia dove du ascritto a quella nobiltà con tutta la famiglguerra nell'armata reale, e, ritornato in Napoli, fu governatore della provincia di Calabria Citra; per i suoi meriti ebbe il titolo di principe di Monteverde nel 1648; sposò una signora fiamminga della casa Vandrus, parente del principe Orange. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Compra un documento araldico sulla famiglia Sanfelice

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Sanfelice

Stemma  della famiglia Sanfelice

1 Blasone della famiglia Sanfelice

Troncato: nel primo d'argento con tre uccelli di rosso senza becco e senza piedi, disposti in fascia; nel secondo di rosso con tre uccelli d'argento senza becco e senza piedi, disposti 2, 1.

Blasone della famiglia Sanfelice da Napoli. Fonte bibliografica: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook