Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Pesquisa Sobrenome
  3. Resultado da pesquisa
  4. Origem do sobrenome

Origem do sobrenome Sangiani, país de origem: Italia

Nobreza: Nobili - Baroni
Rastro heráldico da família: Sangiani
Coroa de nobreza Sangiani
Antica famiglia lombarda, con residenza in Milano, di chiara ed avita virtù, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. Un Gerolamo, abitante in Busto Garofalo, testò nel 1699 ed ebbe come figli Pietro Francesco, vicario foraneo di Caravaggio ed arciprete di Vailate, fondatore di una cappelletta in Colombarone, e Giovanni Battista, padre di altro Gerolamo, che con diploma del 4 novembre 1782, ottenne il titolo di nobile con trasmissione mascolina e femminina, diploma interinato dal Senato il 1 febbraio 1783. Lo stemma suo venne poi delineato nel Codice Araldico, per decreto del 9 febbraio 1783, dal Tribunale Araldico di Lombardia. Il figlio di lui, Scipione, prese in moglie Barbara, del conte Francesco Pertusati, e da lui discendono gli attuali rappresentanti della casata. La famiglia levò per arme. Stella (8 raggi) inquartata di argento e di rosso su fascia inquartata di rosso e di argento su troncato di... Continua
oro e di argento - aquila di nero su oro - 3 sbarre di azzurro su argento. Altro ramo. I Giani giunsero in Ponte Tresa nel 1500, con il nobile Martino Giani, dal paese Due Cossani, della Pieve di Dumenza, vicino a Luino. Nel 1700 il pater familias era Antonio Francesco Bernardino Giani, che ebbe dodici figli, dei quali quattro maschi: Giovanni Antonio Carlo e Giovanni Battista divennero preti; Carlo sposò Carla Somazzi di Massagno, mentre Alessandro sposò Maddalena Trolli di Lavena. Da questa coppia discendono tre rami. Ercole (1776 - 1847), figlio dei due su citati coniugi, fu medico e rimase celibe. Partecipò ai moti per l'annessione del Ticino alla Repubblica cisalpina. Perciò fu multato dal Governo provvisorio del Ticino, nella seduta del 27 Luglio 1799, con £ 1600 milanesi, una somma enorme per quei tempi. Il pittore Bernardino Giani, suo nipote, nel 1847, gli fece un ritratto, probabilmente post mortem. Il più illustre rappresentante dei Giani fu Bernardino, figlio di una coppia di cugini: Giani Antonio di Carlo e Giani Maddalena di Alessandro. Questo ramo della famiglia Giani nel 1900 passò, per via di matrimoni, nella famiglia Falconi. Il secondo ramo si fuse, sempre per via di matrimoni, con il ramo Stoppani. Il terzo ramo passò nella famiglia Rossi per il matrimonio, celebrato nel 1855, tra Giani Lucia con Luigi Rossi di Ronco Briantino (Milano). Del genuino ramo Giani rimangono Roberta (*1931), Alessandro (*1953) e Costantino (*1953), residenti in Milano. Altro ramo. Nobile famiglia fiorentina, con residenza in San Giovanni, al Gonfalone Drago, la quale levò per arme. Di rosso, a tre monti di sei cime d'oro, 2.1, ciascuno cimato da un ramoscello di verde, fiorito di un pezzo d'argento. Altro ramo. Nobile famiglia fiorentina, con residenza in Santa Maria Novella, al Gonfalone Vipera, la quale levò per arme. Di rosso, alla banda d'oro, caricata di tre stelle a otto punte d'azzurro e accompagnata da tre palle d'oro, 2.1. Altro ramo. Nobile famiglia fiorentina, detta anche Giani da Gangalandi, la quale levò per arme. D'azzurro, alla banda d'oro, caricata di tre uccelli posati di nero e accostata da due leoni leoparditi d'argento, armati e lampassati di rosso. Altro ramo. Dette molti uomini egregi alla patria, dei quali tre furono consoli di Chiavenna ed uno di Novate. Giacomo-Giovanni esercitò per ventiquattro anni l'ufficio di luogotenente di giustizia, in tutta la giurisdizione di Chiavenna; Paolo fu delegato del Commissario grigione; Francesco, fu Vescovo di Sirmio in Ungheria; Giacomo Ferdinando, fu Vescovo di Semendria nella Serbia. L'imperatore Leopoldo I conferì nel 1685 a Paolo Sangiani e ai suoi discendenti, la nobiltà ungherese, e nel 1704 li fregiò del titolo baronale di Volpo. I cognomi di cotal risonanza storica, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Compre um documento heráldico sobre família Sangiani

Para mais informações ou dúvidas, por favor não hesite entre em contato conosco:

Escudo da família: Sangiani

Brasão da família

Troncato; nel primo d'oro all'aquila di nero, nel secondo d'argento alle 3 sbarre d'azzurro, colla fascia inquartata di rosso e d'argento, attraversante sulla troncatura, carica di una stella (8) dell'uno nell'altro.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook