1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Scaravella, provenienza: Italia

Titolo: Patrizi - Signori - Consignori
Traccia araldica della famiglia: Scaravella
Corona nobiliare Scaravella
Antica e nobile famiglia, originaria del Piemonte, la cui blasonatura è riportata dal commendator G.B. di Crollalanza, nei volumi del suo "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane". Fregiato dei titolo di Signori di Bastita Torinese, consignori di Altezzano, Borgaro, Ceva, Givoletto, Lesegno, Mombello, Moriondo e Vernone e Patrizi di Vercelli, tal casato, in ogni epoca, si distinse per gli elevati personaggi, a cui diede i natali. Tra questi, ricordiamo: Filippo, Archiatra di Casa Savoia, nel 1478; Gio. Antonio, Governatore delle mura e delle fortificazioni di Torino, nel 1490; Gio. Francesco, di Domenico, signore d'Altessano, patrizio vercellere, insigne giureconsulto, professore in Torino e presidente patrimoniale del duca di Savoia, nel 1536, marito di Margatita Solaro, del qu. Giovannino; Melchiorre, figlio del precedente, giudice ordinario in Torino; Bernardino, di Gio. Francesco, iniziato nello studio della legale, ammesso al sacro collegio dei dottori, nell'Università di Torino, ai tempi del Cagnolo;... Continua
Anna Ottavia, vercellese, donna di grande spirito e celebre poetessa, vivente nel 1574; Martino, dottor di Teologia, vivente in Torino, nel 1682; P. Alessandro, dell'Ordine dei Predicatori, vivente in Brescia, nel 1767; Ignazio, Regio Notaio, residente in Torino, nel XIX secolo; Angelo, consigliere in Brescia, nel 1853; Giuseppe, avvocato, delegato scolastico mandamentale, del Consiglio provinciale per le Scuole, di Reggio Emilia, nel 1868-69. La presenza del motto, inoltre, nella bibliografia documentata della famiglia, ci conferma l'avita nobiltà raggiunta della casata. Motto della famiglia: Bellum cvm vitiis. Arme del casato. D'azzurro, alla scala di quattro pioli d'oro allargata verso il basso. Cimiero: Un cane levriere nascente e alato di rosso, coronato d'oro.

Compra un documento araldico su Scaravella

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Scaravella

Blasone della famiglia

D'azzurro, alla scala di quattro pioli d'oro allargata verso il basso. Cimiero: Un cane levriere nascente e alato di rosso, coronato d'oro. Motto: BELLUM CUM VITIIS.
Blasone della famiglia Scaravelli dal Piemonte. Fonte bibliografica: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook