Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Suche Nachnamens
  3. Suchergebnis
  4. Herkunft des Familiennamens

Herkunft des Familiennamens Scorreale, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Nobili - Patrizi - Cavalieri - Baroni - Conti
Heraldische Spur die Familie: Scorreale
Krone des Adels Scorreale
Assai nobile ed illustre famiglia di Amalfi, anticamente detta "Curriale", le cui prime memorie certe si rinvengono nel XIII secolo, ovvero quando i membri della famiglia, già Scorreale, risultano quali nobili in Napoli, al seggio di Porto; in Salerno al seggio di Portaretese ed in Sorrento. Il ramo di Salerno si portó in Sanseverino nel 1381 e se ne trovano notizie nei Registri di concessione fatte dal principe di Salerno, dall'anno 1517 al 1540, registri che si conservano nel R. Archivio di Napoli. Appartenne al ramo di Salerno il capitano Matteo (nato in Salerno 23 dicembre 1766 def. 10 aprile 1836) decorato del titolo di barone da Re Gioacchino Murat a 7 settembre 1814; ed il capitano di vacello Giuseppe, nato in Salerno il 24 gennaio 1770, decorato anche del titolo di barone dal Re Murat il 1° gennaio 1811. Il ramo di Salerno, invece, si distinse grazie a Gabriele,... Fortsetzung folgt

Paggio e Cavallerizzo di Alfonso di Aragona. Fu assai caro a quel Re, che gli donó in feudo, le cittá di Vico, Massa, Castellamare di Stabia e di Ferolito; ed ancora il marchesato di Garace. Morí a 19 anni e sulla sua tomba, nella chiesa di Monte Oliveto in Napoli il Re fece apporre una lapide sulla quale egli stesso dettó un distico a ricordo del suo affetto per lui. Marino, fratello di detto Gabriele, fu Cameriere maggiore e consigliere dello stesso Re che nel 1458, gli concesse la cittá di Terranova in Calabria, con titolo di Conte. Sposó Covella Ruffo dei Conti di Sinopoli, ma non ebbe figliuoli e gli successe nei beni Mazzeo Mastrogiudice, figliuolo di Ligarella, sorella di lui; la contea di Terranova fu nel 1502 donata dal Re al Gran Capitano Consalvo di Cordova. I Correale di Napoli furono ricevuti nel S. M. Ordine di Malta nel 1583, come quarto del cavaliere Capograssi; quelli di Sorrento, dal 1588, come quarto del cavaliere Mastrilli; e, nel 1773, col cavaliere Nicola Vincenzo, avendo fatta la pruova da Francesco Antonio, patrizio della Piazza di Porta in Sorrento nel 1663. Matteo, capitano di vascello, ramo di Salerno, fu decorato del titolo di barone da re Gioacchino Murat il 7 settembre 1814; il cugino Giuseppe, anch'egli capitano di vascello, nominato barone da re Gioacchino Murat il 1° gennaio 1811; Francesco, capitano del "1° Reggimento Granatieri della Guardia Reale" ottenne la croce di diritto dell'Ordine di San Giorgio, da re Francesco II. per la difesa del Regno delle Due Sicilie nella battaglia del 1 ottobre 1860 contro i piemontesi che invasero il Regno. Un grande dono che il casato ha dato al patrimonio culturale dell'Italia è il Museo "Correale" di Sorrento, ricco di opere d'arte, nato, agli inizi del XX secolo, da una fondazione privata voluta dai fratelli Alfredo e Pompeo, Conti di Terranova, ultimi discendenti dell'antico casato. La linea dei Patrizi di Sorrento si é estinta in Alfredo morto a Sorrento 6 luglio 1902; sposato a donna Angelica de' Medici, Principessa di Ottaiano; ed in Pompeo. I Maresca Donnorso, Duchi di Serracaprioli, loro congiunti, ottennero di aggiungere il cognome Correale, e ció per il matrimonio di Giovanni, Duca di Serracapriola, con Matilde Correale nel 1856.


Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Scorreale

Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

Familien-Wappen: Scorreale

Blasonierung die Familie

D'argento, alla croce di S. Andrea di azzurro accantonata da quattro rose di rosso.
Fonte bibliografica: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook