EU Unsere Cookies: Wir Sie, dass diese Website Verwendung von technischen und statistischen Cookies einschließlich Dritte Cookies macht. Sie können die Nutzung durch eine entsprechende Einstellung Ihrer Browser-Einstellungen Cookies hemmen. Privacy.
No Ich akzeptiere nicht
Ja, Schließen Warnung.
  1. Home
  2. Suche Nachnamens
  3. Suchergebnis
  4. Herkunft des Familiennamens

Herkunft des Familiennamens Scozzo, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Conti - Nobili - Baroni
Heraldische Spur die Familie: Scozzo
Krone des Adels Scozzo
Antichissima famiglia veronese, di chiara ed avita nobiltà, la quale venne trapiantata nel territorio siculo, da un Antonio, nel secolo XVI. Tal nobil casato, ivi, sempre riuscì a distinguersi, per gli illustri personaggi a cui diede i natali. Tra questi, ricordiamo: Gio. Battista, che, con privilegio dato il 28 luglio 1705, ottenne il titolo di barone di Sabuci; Natale che, nel nome maritale di Rosalia Cicala e Ferreri, fu barone di Galasi, nel 1735; Giambenedetto, nel 1771, barone di Galasso; Giuseppe Cozzo-Di Blasi e Cicala, barone di Galasi per investitura del 26 maggio 1779, il quale ottenne, in data 31 agosto 1768, ampio attestato di nobiltà dal senato di Palermo; Giovan Luigi Cozzo e Naselli, l'ultimo investito della baronia di Galasso e del feudo di Gallitano, per investiture del 1 dicembre 1807 e 30 settembre 1809; Narciso, il quale circonfuse dell'aureola del martirio, subito per l'indipendenza della propria patria, il... Fortsetzung folgt
nome glorioso, tramandatogli dagli avi, morto pugnando in Capua, nelle file di Garibaldi nel 1860. Ci sembra doveroso dir di più, a proposito del patriota Narciso, nato a Palermo il 23 maggio 1833 e morto il 4 ottobre 1860. Egli, partecipò alla rivolta della Gancia il 4 aprile 1860 e, scampato all'arresto, si unì con entusiasmo ai Mille di Garibaldi sbarcati in Sicilia. Combattè a Calatafimi, a Palermo, a Milazzo e in altre battaglie nell'Italia meridionale. Fu colpito da una palla di cannone immediatamente prima della battaglia del Volturno e morì di cancrena. È sepolto nella chiesa di S. Domenico, dove è ricordato da una stele funeraria opera dello scultore Benedetto De Lisi. La famiglia alzò per arme: troncato: nel 1° d'oro, nel 2° di rosso, a tre monti del primo. Alias. Spaccato d'oro e di rosso, al monte di tre cime del primo nel secondo, movente dalla punta. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Scozzo

Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

Familien-Wappen: Scozzo

Blasonierung die Familie

Spaccato d'oro e di rosso, al monte di tre cime del primo nel secondo, movente dalla punta.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook