1. Home
  2. Search last name
  3. Search Result
  4. Origin of last name

Origin of last name Senescende, country of origin: Italia

Nobility: Nobili
Heraldic trace of family: Senescende
Nobility crown Senescende Nell'elenco dei feudatari, nobili e cavalieri esistenti nella provincia di Nuoro, compilato dal Regio Prefetto nel 1822 e trasmesso alla Regia Segreteria di atto e di guerra presso il vicerè di Sardegna, in occasione dell'incoronazione del re Carlo Felice, sono compresi don Costantino Senescende e don Gabriele Senescende. Dal predetto don Gabriele discendono: don Antonio Senescende, n. 17 marzo 1832 e don Costantino Senescende, n. il 13 giugno 1822. Il primo di essi, don Antonio, sposò Felicita Bicu, in Bolotana, ed ebbe i seguenti maschi: Costantino, nato il 10 settembre 1863; Edoardo, nato il 19 luglio 1874; Andrea, nato il 19 settembre 1875; Giuseppe, nato il 30 marzo 1877; Gabriele, nato il 10 gennaio 1880 e Francesco, nato il 16 settembre 1883. Da don Costantino, che sposò in Bolotana Erminia, si ebbe il figlio don Antonio Luigi, il 14 agosto 1890; e dal matrimonio del predetto don Andrea, avvenuto il... To be continued

I° luglio 1911 in Bolotana con Giuseppa Filia, nacque don Giovanni, il 5 gennaio 1914. Il secondo di essi, don Costantino Senescende, nato il 13 giugno 1822, ebbe due figli: Carmine, nato il 16 luglio 1853 e Battista, nato il 17 febbraio 1869, nati in Orotelli.


Buy a heraldic document on family Senescende

For more information or questions please do not hesitate contact us:

Coat of Arms of family: Senescende

Blazon of family

Inquartato: nel primo campo di cielo alla sirena nuotante sul mare, il tutto al naturale; nel secondo di verde alla penna d'argento posta in sbarra; nel terzo d'azzurro a tre stelle d'oro, poste due ed una; nel quarto d'oro all'albero sradicato attraversato da un toro passante, tutto al naturale.
Buy Coat of Arms of family

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook