EU Avviso cookies: Questo sito fa uso dei cookies per migliorare la sua esperienza. Se non li gradisse può inibirne l'uso regolando il suo browser nella sezione strumenti e modificando le impostazioni dei cookies. Informazioni sulla privacy. Non Accetto
OK Accetto Chiudi questo avviso.
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Serrigno, provenienza: Italia

Titolo: Duchi
Traccia araldica della famiglia: Serrigno
Corona nobiliare Serrigno Due famiglie di questo nome ma distinse l'una dall'altra, hanno fiorito in Cesena da tempo anteriore al XVII secolo. Dal luogo di loro abitazione si dissero, l'una dei Serri, l'altra delle Tavernelle. Quest'ultima originaria di Rimini, aveva avuto in Cesena umili principi esercitandovi l'arte della tintoria e del fabbro ferraio. Ma in poco tempo seppe levarsi in così alta posizioni che nel 1721 meritò di essere iscritta alla nobiltà cesenate. Appartenne a questa casa mons. Giambattista vescovo di Sarsina, poi arcivescovo di Nisibonomo, assai erudito e scrittore di merito autore di alcune opere storiche, filosofiche e religiose. Con lui si estinguevano nel 1736 i B. delle Tavernelle la cui eredità passò nelle famiglie Masini e Venturelli. L'altra famiglia dei Serri proveniva da Sarsina, ed a lei appartiene quel Giovan Angelo che fu prima vescovo di Imola e quindi pontefice col nome di papa Pio VI. Con la morte di questo... ContinuaPapa prigioniero a Valenza di Napoleone Buonaparte nel 1799, estinguenvasi questa famiglia la cui eredità insieme col nome fu raccolta dal duca Luigi Onesti figlio di Giulia; sorella del pontefice Gerolamo Onesti di Cesena. Luigi, duca di Nemi (1745-1816) e di Cesena, fu legato pontificio per la pace di Tolentino, nel 1809 fu magniloquente oratore per Roma a Napoleone I, dal 1810 fu "Maire" di Roma, poi comandante delle guardie nobili del Papa; suo fratello Romualdo (1753-1817), fu cardinale. La famiglia è iscritta nell'Elenco ufficiale in persona di Romualdo e della figlia Giulia in Theodoli, con i titoli di duca, mpr.; F. P. R. nobile romano, mf.; coscritto mpr.; duca di Nemi, mpr.; nobile di Tivoli, mf.; nobile di Viterbo, mf.; patrizio di Bologna, m.; patrizio di Faenza, m.; patrizio on. di Forlì, m.; patrizio di Cesena, m.; nobile di Ferrara, mf.; patrizio di Rimini, m.; nobile di Ancona, mf.; In questa famiglia, come si disse, si estinsero gli Onesti nel XVIII secolo, che traevano origine da Luitprando discendente da Agisulfo I, duca del Friuli e che fu il primo che si stabilì in Ravenna. Nel 1616 Michele II trasferì la famiglia a Cesena. Molti membri di questa casa furono feudatari di Montecastello venduto da Mainardo ai Malatesta nel XV secolo.
Compra un documento araldico su Serrigno

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Serrigno

Blasone della famiglia

Di azzurro alla rovere nodrita nel ristretto di terreno al naturale sostenente un cigno di argento rivoltato e accovacciato sulla cima dell'albero.
Fonte: "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI" .
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook