1. Origine del cognomeStagnotto, provenienza: Italia

    Titolo: Nobili - Principi
    Traccia araldica della famiglia:Stagnotto
    Corona nobiliare Stagnotto
    Vi ha chi la vuole originaria di Francia, chi di Spagna dandole a capostipite un Bernardo, governatore dei ducati di Atene e Neopatria nell'anno 1213 e padre di Tommaso, barone dei feudi Scuderi, Passarelli e Calandrino in Sicilia. Un Manfredi, come marito di Mita Salerno, possedette l'ufficio di portulanotto di Licata e metà del diritto del tumolo di Girgenti sotto i Martini; un Pantaleo fu giudice straticoziale di Messina ngli anni 1444-45, 1448-49, 1450-51, 1453-54, 1455-56-57, 1463-64; un Pietro fu senatore in detta città nel 1457-58; un Pietro fu senatore in detta città nel 1457-58; un Manfredi nel 1492-93; un Nicolò Antonio nel 1499-1500; un Giovanni nel 1513-14; un Pietro, figlio di Giovanni Antonio e di Giovannella di Campsore, possedette nel 1511 la rendita di onze 20 sopra i Terraggi di Licata e sopra i feudi Passarello, Scuderi e Calandrino; un Francesco, un Filippo, un Giovanni Antonio, un Giuseppe, un... Continua

    Antonino sono iscritti nella Mastra nobile del Mollica(anni 1587,1588,1589,1600,1602,1603,1606,1607);un Giovanni,con privilegio dato il 6 genn.,esecutoriato il 29 agosto 1685,ottenne la concessione del titolo di conte di Casandola;un Salvatore fu senatore di Messina nel 1693-94;un Giuseppe tenne la stessa carica negli anni 1702-3,1706-7;un Vincenzo,baporn di Sicaminò,la tenne negli anni 1715-16,1736-37;un Pietro il 24 novembre 1736,per successione a casa Campolo,ebbe investitura della baronia delle Saline di Catrogiovanni;un Giovanni fu cavaliere dell'Ordine di Malta, gran priore di Venosa e confrate dell'Ospedale di Messina nel 1734;un Giacomo,barone di Sicaminò,fu senatore di Messina negli anni 1733-34,1735-36;un Giusepep,barone delle Saline di Castrogiovanni per investitura del 17 marzo 1751,fu senatore di Messina nel 1750-51,1774,1782,acquistò da casa Termini il titolo di principe di Casteltermini,che,in lettere patrimoniali del 10 agosto 1759,ottenne di commutare in quello di principe di Montesalso e ne ebbe investitura il 9 luglio 1762;un Pietro Stagno e Saccano ebbe il 19 febbraio 1795 investitura dei titoli di principe di Montesalso,barone delle Saline di Castrogiovanni,signore dei mezzi Terraggi di Licata,fu senatore di Messina nel 1781,sposò Letteria Ardoino e Celestri,che portò in casa Stagno i psmundo(di Carlo,di Pietro predetto)ottenne l'8 ottobre 1809 investitura dei titoli di principe di Alcontres, marchese di Roccalumera, barone della Floresta, barone dell'ufficio di maestro notaro e segretario del Tribunale del R.Patrimonio,fu gentiluomo di camera e sedette nel parlamento del 1848 come Pari del regno;un Carlo Stagno e Cumbo,di Pietro predetto.


    Compra un documento araldico su Stagnotto

    Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

    Stemma della famiglia: Stagnotto

    Blasone della famiglia

    Di rosso al palo d'argento
    Compra una riproduzione dello Stemma
    Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome
900){cwidth=cheight="80%"}else if(screen.availWidth>470){cwidth=cheight="90%"}else{cwidth="90%";cheight="60%"}$("[rel^='img-']").colorbox({photo:!0,width:cwidth,height:cheight});$(".spin").click(function(event){spinner()});$("[rel='buy']").click(function(event){event.preventDefault();spinner();href=$(this).attr('href').replace("/buy",urmod+"cart.php");$.get(href,function(data){location.replace('/buy/?'+$.now())})})});function spinner(){};function spinner_end(){$('#spinner_one').hide()};function onsubmit_validate_field(name,minlength,email,compareTo){value=$('#'+name).val();length=value.length;if(minlength&&length0){if(minlength&&lengthi?e+i:i}function a(t,e){return Math.round((/%/.test(t)?("x"===e?E.width():o())/100:1)*parseInt(t,10))}function s(t,e){return t.get("photo")||t.get("photoRegex").test(e)}function l(t,e){return t.get("retinaUrl")&&i.devicePixelRatio>1?e.replace(t.get("photoRegex"),t.get("retinaSuffix")):e}function d(t){"contains"in x[0]&&!x[0].contains(t.target)&&t.target!==v[0]&&(t.stopPropagation(),x.focus())}function c(t){c.str!==t&&(x.add(v).removeClass(c.str).addClass(t),c.str=t)}function g(e){A=0,e&&e!==!1&&"nofollow"!==e?(W=t("."+te).filter(function(){var i=t.data(this,Y),n=new r(this,i);return n.get("rel")===e}),A=W.index(_.el),-1===A&&(W=W.add(_.el),A=W.length-1)):W=t(_.el)}function u(i){t(e).trigger(i),ae.triggerHandler(i)}function f(i){var o;if(!G){if(o=t(i).data(Y),_=new r(i,o),g(_.get("rel")),!U){U=$=!0,c(_.get("className")),x.css({visibility:"hidden",display:"block",opacity:""}),I=n(se,"LoadedContent","width:0; height:0; overflow:hidden; visibility:hidden"),b.css({width:"",height:""}).append(I),j=T.height()+k.height()+b.outerHeight(!0)-b.height(),D=C.width()+H.width()+b.outerWidth(!0)-b.width(),N=I.outerHeight(!0),z=I.outerWidth(!0);var h=a(_.get("initialWidth"),"x"),s=a(_.get("initialHeight"),"y"),l=_.get("maxWidth"),f=_.get("maxHeight");_.w=Math.max((l!==!1?Math.min(h,a(l,"x")):h)-z-D,0),_.h=Math.max((f!==!1?Math.min(s,a(f,"y")):s)-N-j,0),I.css({width:"",height:_.h}),J.position(),u(ee),_.get("onOpen"),O.add(F).hide(),x.focus(),_.get("trapFocus")&&e.addEventListener&&(e.addEventListener("focus",d,!0),ae.one(re,function(){e.removeEventListener("focus",d,!0)})),_.get("returnFocus")&&ae.one(re,function(){t(_.el).focus()})}var p=parseFloat(_.get("opacity"));v.css({opacity:p===p?p:"",cursor:_.get("overlayClose")?"pointer":"",visibility:"visible"}).show(),_.get("closeButton")?B.html(_.get("close")).appendTo(b):B.appendTo("
"),w()}}function p(){x||(V=!1,E=t(i),x=n(se).attr({id:Y,"class":t.support.opacity===!1?Z+"IE":"",role:"dialog",tabindex:"-1"}).hide(),v=n(se,"Overlay").hide(),L=t([n(se,"LoadingOverlay")[0],n(se,"LoadingGraphic")[0]]),y=n(se,"Wrapper"),b=n(se,"Content").append(F=n(se,"Title"),R=n(se,"Current"),P=t('