Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Turriti, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Patrizi
Traccia araldica della famiglia: Turriti
Corona nobiliare Turriti La famiglia Turriti è oriunda dalla Garfagnana patrizi di Reggio, fu detto che provenissero in antico da Milano, e che colle famiglie Torri, Torriani, Dalla Torre avessero un unico ceppo; ma ciò non solo non è in alcun modo provato; ma è soltanto parto di fantasia. Al principio del sec. XVIII si ha notizia da documenti dei fratelli Lorenzo e Jacopo Turriti, di Castelnuovo Garfagnana. Quest'ultimo sarebbe il capostipite della famiglia. Esiste nella Biblioteca di Reggio E. un voluminoso manoscritto di oltre 200 pagine con alberi genealogici e molti documenti manoscritti ed a stampa, portante notizie storiche della famiglia,... Continuaredatto dal dott. Prospero Fantuzzi di Reggio attorno al 1836 circa, poi continuato ed aggiornato fino al 1859 circa, con molti dettagli, anche di poca importanza. La famiglia ebbe la concessione della nobiltà in persona del dott. fisico Tiberio, di Domenico, di Alfonso, e suoi, dal duca Rinaldo d'Este con diploma 30 ottobre 1736. Sono da ricordare i fratelli Giovanni Pellegrino, gesuita e Gio. Maria, canonico regolare, figlio di Alfonso di Jacopo. Un ramo della famiglia si stabilì a Reggio nel secolo XVIII. Uno dei personaggi più insigni di questa famiglia è il dott. Giuseppe di Pellegrino, di Domenico, scrittore, storico e bibliografo. Nacque il 29 nov. 1802. Ebbe distinti precettori, fra cui un bibliotecario di Venezia. Studiò al Collegio dei Gesuiti in Reggio. Ebbe cariche amministrative e fu podestà di Castelnuovo Sotto, poi presidente delle Opere Pie. Nel 1859 appartenne alla Guardia Nazionale. Si diede con passione e con preparazione agli studi di Storia Patria. Fondò e scrisse un gionale settimanale "Il Consigliere del Popolo". Ebbe amicizie con studiosi e scienzati de suo tempo, fra cui padre Angelo Secchi. Sposò la contessa Guseppina Rocca; ma non ebbe figli e morì il 14 giugno 1879. Lasciò molti scritti storici, stampati a reggio, fra cui "delle cronache del Gazzata e degli scrittori di esse" (Davolio 1865); "Memorie sull'introduzione della stampa i Reggio nel secolo XV" (Bondavalli 1869); "Cenni sulla vita e sulle opere di Celestino Cavedolni" (Calderini 1865); "Memorie intorno alla vita e agli studi di D. Prospero Capilupi, medico reggiano " (Bondavalli 1870); "Indice alfabetico delle opere di scrittori reggiani viventi " in appendice e scientifiche italiane e straniere.
Compra un documento araldico su Turriti

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Turriti

Blasone della famiglia

D'oro troncato di rosso, addestrate nel capo due tortelli di rosso ed in punto uno d'oro.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook