1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Vangadizza, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Traccia araldica della famiglia: Vangadizza
Corona nobiliare Vangadizza
Originaria di Bolgiano, dove possedeva vassalli e castelli, trasse il proprio cognome della Tor - Vanga, situata nella città di Trento, a capo del ponte dell'Adige, feudo antichissimo di questa casa. Stams, magnifico convento posto nella valle inferiore dell'Enno, era, prima della sua fondazione, un possedimento della famiglia , le cui prime memorie certe rimontano ad un Adalperio, il quale trovasi presente in un documento del 1178, e nel 1188 intervenne all'atto solenne, con quale, presente l'Imperatore Federico, fu trattato sulla validità delle alienazioni fatte dal Vescovo Alberto di Trento. Bertoldo, Uldarico e Federico fratelli, si mostrano in pari tempo nei documenti di quell'epoca. Quest'ultimo salì nel 1207 sulla sede vescovile di Trento e di concerto col conte Alberto suo nipote ed avvocato di quella Chiesa, esercitò un potere illimitato, e contribuì ad estendere quello della sua famiglia. Dall'Imperatore Federico II fu nominato suo legato generale in Italia; cominciò nel... Continua
1212 la sontuosa fabbrica del Duomo di Trento; nel 1218 si associò alla grande Crociata, e perì in Terrasante. Oltre i feudi summenzionati; la casa è posseduto pur quelli di Bellormund, di Runchenstein, di Landeck, e di Raventein. L'ultima di cui fanno menzione i documenti fu Sofia figlia di Bertoldo contessa Rosemburg nel 1325.
Compra un documento araldico su Vangadizza

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Vangadizza

Blasone della famiglia

Inquartato di argento e di rosso, il secondo e terzo caricati di un anello d'oro con tre gemme incastonate, al naturale. Motto: Virtute duce.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook