Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Vitaro, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Traccia araldica della famiglia: Vitaro
Corona nobiliare Vitaro Famiglia,assai antica e nobile, di origine siciliana. Un Gerardo Vitaro fu capitano di 400 cavalieri, sotto Pietro d'Aragona, tanto che, nel 1291, fu ricompensato con la Castellania del Castello di Matagrifone di Messina. Notiamo, poi, un Antonio che possedette, nella fine del secolo XV, metà del feudo Ricalsacca; un Mario che acquistò la baronia di Bertavilla, di cui ottenne investitura il 13 dicembre 1757; un Antonio, che ottenne investitura del titolo di barone di Bertavilla il 30 settembre 1793. Altro ramo. Famiglia aggregata alla nobiltà messinese in principio del XIX secolo, nella persona di Domenico e Antonino, del fu Diego. I cognomi così antichi rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Compra un documento araldico su Vitaro

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Vitaro

Blasone della famiglia

D’azzurro, alla vite al naturale impalata e fruttifera d’oro.
Blasone della famiglia Vita o de Vita della Sicilia. Fonti Bibliografiche: "Nobiliario di Sicilia" di Antonio Mango di Casalgerardo (Palermo, A. Reber, 1912); "Blasone In Sicilia ossia Raccolta Araldica" V. Palizzolo Gravina, Palermo 1871-75, p. 381.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook