Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome De Francecso, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Baroni - Conti
Traccia araldica della famiglia: De Francecso
Corona nobiliare De Francecso Antica famiglia corsa, di origine fiorentina, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. Un Taddeo De Francecso, al principio del secolo XIV, passò in Corsica, ove i suoi discendenti sostennero importanti uffici militari e civili per conto della Repubblica di Genova, alla quale rimasero costantemente fedeli, durante i moti insurrezionali dell'isola; motivo che, però, gli obbligò a trasferirsi per qualche tempo nel continente. Quando, nel 1768, la Corsica fu unita alla Francia, Giuseppe De Francecso, Presidente del tribunale di Savona, fu nominato Giudice Reale della città e giurisdizione di Bastìa e consigliere del Re; nel 1789 fu Presidente dell'Assemblea corsa agli Stati Generali. Dopo l'occupazione inglese dell'isola si ritirò in Francia ove gli venne affidato l'ufficio di Commissario di guerra nell'esercito delle Alpi. Morì nel 1795. Suo figlio Gio. Battista, nato a Bastia il 5 dicembre 1766, iniziò la carriera delle armi nel 1793, nell'esercito repubblicano, e si... Continua
distinse grandemente nelle campagne napoleoniche d'Italia, di Spagna e di Russia, guadagnandosi il grado di generale, la Legion d'Onore e il titolo di Barone dell'Impero. Morì a Danzica il 20 marzo 1813, mentre era al comando della 34° Divisione. Nel 1809 quando era comandante del Dipartimento del Mediterraneo, aveva acquistato la Villa di Montebono, presso Pistoia, già proprietà Panciatichi; qui la sua famiglia si stabilì definitivamente dopo la morte di lui, tornando a far precedere al cognome il prefisso "de" che aveva dovuto lasciare con la rivoluzione francese. Con R. D. 25 giugno 1926 fu rinnovato a favore di Carlo, di Pietro Giovan Battista il titolo baronale, trasmissibile per linea primogenita maschile. Altro ramo. Uscirono da questa famiglia Alessandro vescovo in partibus; Giovanni Battista, ispettore generale del controllo Pontificio; Pietro nel 1820 ottenne la nobiltà romana ed il titolo comitale. La famiglia è iscritta nell'Elenco Ufficiale Italiana, coi titoli di nobile romana (mf.), conte (m.) discendenti da Pietro (1820) in persona di: Luigi, di Pietro, di Luigi, nobile romano, conte; Maria, di Lorenzo, di Luigi, nobile romana, nobile dei conti; Dianora, di Lorenzo, di Luigi, nobile romana, nobile dei conti; Francesco, di Lorenzo, di Luigi, nobile useppe, di Luigi, nobile romano, conte; Laura, di Giuseppe, di Luigi, nobile romana, nobile dei conti; Giuseppe, F.-Parra, di Pietro, di Luigi, nobile romano, conte. I cognomi di cotal risonanza, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.

Compra un documento araldico su De Francecso

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: De Francecso

Blasone della famiglia

D'azzurro al monte di 6 cime d'oro sostenente un avambraccio destro in palo, vestito di rosso, con la mano di carnagione indicante.
Citato in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", vol III p.249 .
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook