EU Avviso cookies: Questo sito fa uso dei cookies per migliorare la sua esperienza. Se non li gradisse può inibirne l'uso regolando il suo browser nella sezione strumenti e modificando le impostazioni dei cookies. Informazioni sulla privacy. Non Accetto
OK Accetto Chiudi questo avviso.
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Delbono, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Conti - Cavalieri - Patrizi
Traccia araldica della famiglia: Delbono
Corona nobiliare Delbono Antica famiglia, originaria di Umbertide, la quale vanta come capostipite un Baldo Delbono, dottore di leggi, che fu il primo a trasferirsi a Cortona. I suoi discendenti si distinsero specialmente nel campo letterario, ma ebbero anche guerrieri in Alfonso di Giorgio e Giovan Battista di Curzio, cavalieri di Rodi nel 1517 e 1667 rispettivamente, mentre Francesco Delbono fu maestro di campo della Repubblica di Venezia, e da questa ebbe in compenso vari privilegi. Girolamo sposò Elisabetta Delbono di famiglia patrizia di Cortona, ereditandone il cognome e lo stemma. Ebbe per figlio Giovan Battista, che fu cav. di S. Stefano ed ebbe da Napoleone il titolo di barone. Questi fu arciconsolo della Crusca nel 1817 e governatore di Siena nel 1829. Suo figlio Onofrio fu gran cavallerizzo e gran cacciatore di Vittorio Emanuele II. Il titolo di conte fu conferito a Giovan Battista e discendenti per Patenti della Regina Maria Luisa... Continua

d'Etruria, del 29 maggio 1804. Furono ascritti al Patriziato di Cortona con decreto 15 giugno 1758. Nel XVI secolo, un ramo della famiglia era passato in Firenze. Il primo membro della famiglia a ottenere la cittadinanza fiorentina fu Antonio, di Antonio Boni, nel 1555. Arme. Troncato di rosso e di nero, a tre stelle a otto punte d'oro, due poste nel 1° e una nel 2°, e alla fascia dello stesso passata sulla troncatura. Altro ramo. Antica famiglia originaria di Gubbio, passata in Firenze, ove fu dei Gonfaloni San Giovanni e Drago. Arme. Partito di rosso e d'azzurro, al leone attraversante d'argento caricato di uno scudetto di Francia (o di Firenze). Altro ramo. Nobile famiglia fiorentina, dei Gonfaloni Santa Croce e Carro, la quale levò per arme. D'azzurro, a quattro catene moventi dai quattro angoli dello scudo e riunite in cuore per un anello, il tutto d'oro e accantonato da quattro stelle a otto punte dello stesso. Altro ramo. Nobile famiglia di Pistoia, la quale levò per arme. Di verde, a tre pali di rosso e alla fascia attraversante d'oro; con il capo d'Angiò. Altro ramo. Nobile famiglia parmense. Un Francesco Delbono fu cappellano della Corte Ducale il 28 settembre 1705; un Giuseppe, il 21 febbraio 1789, ottenne da Duca di Parma Ferdinando di Borbone la patente di famigliarità; un Prospero fu eletto podestà di Barigazzo, il 7 agosto 1737; un Angelo ottenne patente di cittadinanza, il 28 marzo 1797. Domenico ottenne l'ascrizione alla nobiltà da Maria Luigia, Duchessa di Parma, con patente 14 giugno 1841. Arme. Bue passante di oro testa di tre quarti su azzurro - capo d'Impero.


Compra un documento araldico su Delbono

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Delbono

Blasone della famiglia

D'azzurro al bue passante d'oro con la testa di tre quarti, col capo dell'impero.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook