EU Avviso cookies: Questo sito fa uso dei cookies per migliorare la sua esperienza. Se non li gradisse può inibirne l'uso regolando il suo browser nella sezione strumenti e modificando le impostazioni dei cookies. Informazioni sulla privacy. Non Accetto
OK Accetto Chiudi questo avviso.
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Nogarotto, provenienza: Italia

Titolo: Conti
Traccia araldica della famiglia: Nogarotto
Corona nobiliare Nogarotto
Originaria francese, e nel X secolo trapiantata in Verona dove, anche prima del dominio degli Scaligeri, era rimonata e potente. Bailardino ed Antonio, figli del cav. Isnardo, nel XIII secolo furono decorati del cavalierato. Pietro fu console e consigliere di Verona ed Antonio podestà di Trento. Il cav. Balairdino consigliere e famigliare di Enrico Imperatore fece giurare ad Alboino e Cangrande della Scala fedeltà all'Imperatore ed avrebbero governata la città di Verona a nome del sacro impero, e poi in presenza del popolo diede nelle loro mani il gonfalone della città. Lo stesso Bailardino fu quindi mandato ambasciatore alla corte imperiale e ad altri principi, ebbe il governo di Vicenza, sposò Caterina della Scala, e dopo alcuni anni fu creato vicario imperiale di Bergamo. Dinadano Nogarola fu da Cangrande della Scala nominato suo vicario e rettore in molti distretti. Con diploma del 1452 l'Imperat. Federico insignì i Nogarola del titolo... Continua
di conti del S.R.I. erigendo in contea le loro possessioni di Bagnoli e Colognola, e questa investitura fu nel XVI secolo sancita dagl'Imperatori Massimiliano I e II. La famiglia Nogarola fu aggregata al Consiglio nobile di Verona nel 1410, e Francesco I nel 1821 le accordò il titolo di conti dell'impero austriaco. Fu di questa famiglia la celebre poetessa e letterata Isotta che è una delle più belle glorie di Verona.
Compra un documento araldico su Nogarotto

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Nogarotto

Blasone della famiglia

Partito: nel primo d'oro all'albero di verde accostato da due porcospini affrontati al naturale (Cittadella); nel secondo di argento alla banda ondata accompagnata da due rose, il tutto di rosso (Castrucci).
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook