1. Home
  2. Búsqueda apellido
  3. Resultados de la búsqueda
  4. Origen del apellido

Origen del apellido Vachere, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili
Rastro heráldico de la familia: Vachere
Corona de la nobleza Vachere
La famiglia trae origine da Breteuil in Normandia, di dove passò in Italia con Francesco Guglielmo, il quale fu chiamato nel 1768 da D. Ferdinando di Borbone a Parma col titolo di primo chirurgo ostetrico ed ottenne la cattedra di chirurgia nella nascente università. Era nato nel 1732 a Breteuil, aveva studiato nel collegio d'Harcourt a Parigi le umane lettere, ed aveva pubblicato un romanzetto intitolato : "Le triomphe de l'amour". Datosi alla medicina si recò a Mahon coll'esercito francese sotto gli ordini del maresciallo di Richelieu e ritornato a Parigi fu eletto consigliere della R. Accademia di chirurgia. Nella guerra dei sette anni come capo chirurgo coll'esercito nell'Annover si distinse per grande valentia e conseguì ottima fama anche con pubblicazioni scientifiche. Da Parma fu chiamato più volte come celebre ostetrico alla corte di Napoli. In Colorno la sua era aperta sempre gratuitamente ai bisognosi. Fu dotto, arguto, amante... Continuará
della filosofia. Scrisse: "L'homme en societè" e l'"Essai sur les tumeurs inflammatoires" in 14 volumi. Perfezionò vecchi strumenti chirurgici; altri inventò. Con diploma del dic. 1785 ottenne da Luigi XVI l'iscrizione assieme ai figli alla nobiltà francese, e con patente del 10 genn. 1790 fu da D. Ferdinando di Parma creato nobile parmense (mf.). Morì il 9 gentile. 1816 a Parma.

Comprar un documento heráldico de Vachere

Para obtener más información o pregunta, por favor no dude contáctenos:

Escudo de la familia: Vachere

Escudo de la familia Vachere

1 Blasòn de la familia Vachere

Di rosso alla vacca d'oro, coronata d'oro, col capo d'azzurro caricato di un crescente d'argento.

Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook