1. Home
  2. Suche Nachnamens
  3. Suchergebnis
  4. Herkunft des Familiennamens

Suche Nachnamens

Herkunft des Familiennamens Del Pesce, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Nobili - Patrizi - Baroni
Heraldische Spur die Familie: Del Pesce
Krone des Adels Del Pesce In un'antica carta araldica, relativa alla nobilissima famiglia Pesce, abbiamo il piacere di poter leggere: "La famiglia è guardata dagli Scrittori per una delle più antiche d'Italia che visse primieramente con splendore in Milano d'onde passò con i Principi Normanni in Napoli, dove fiorirono Pietro, Corrado e Simone, e Ubaldo, ne' tempi dell'Imperator Henrico sesto. Nicolò per la nemicitia, che contrasse con Sinibaldo Sanseverino fù tolto di Napoli e trasferito in Sicilia dell'Imp. Federico secondo che poscia del Re Manfredo n'hebbe la Castellania d'Augusta durante la sua vita. Però l'ultima memoria che visse di questa famiglia in Napoli fù Dianora P. che nel 1524 era moglie di Gio. Andrea Paudono. Il predetto Nicolò P., e suo figlio Henrico governando Augusta presero la protettione del Re Manfredo contra Carlo d'Agiò che si occupò il Regno di Sicilia per il che ne furono cacciati d'Agusta se andarono in Milano d'onde poscia nel... Fortsetzung folgt
seguito del Vespro Siciliano contra Francesi l'anno 1282. ritornarono à serviggi del Re Pietro d'Aragona dal quale furono integrati nel governo d'Augusta, il cui dominio sendo stato dato del Re Giacomo e Federico secondo a Guglielmo Ramondo di Moncada Henrico, e Nicolò P. padre e figlio se ne andarono in Siragusa, e quivi Nicolò con Agata Melocca sua moglie procreò Henrico, Giovanne, Martino, Pirruccio e çicia moglie di Luca di Lutiano. Il predetto Marino si casò in Catania con Peribona Maletta, e ivi si fermò nel 1271. Dal predetto Henrico ne nacquero Thomaso Barone di Frugintini, e Granpolo per sua madre Perna, e l'l prenarrato Giovanne P. si casò con Susanna Puteoli all'hora famiglia nobile di quella Città, e feudataria, ma havendo morto Corrado Puteoli Baron di Bancali, e di l'Arbiato senza figli maschi fù pretesa la successione dal detto Giovanni P. marito della detta Susanna, e per loro figlio Corrado P. furono del Re Federico secondo affatto esclusi. Guglielmo P. figlio di Pirruccio fù cavaliero di molto valore, e prudenza, onde havendo molti baroni del Regno ch'Artale d'Aragona conte di Mistretta balio della Regina Maria pretendeva casar la detta Regina con Gio: Galeazzo Visconte Duca di Milano congregati insieme e mandarono per Ambasciadore in Aragona al detto Guglielmo P. stretto amico, e famigliare di Guglielmo Ramondo Moncada Conte d'Augusta per trattare con Martino d'Aragona figlio di Martino Duca di Aragona figlio di Martia il governo di Catania in tempo, che la Regina era in Aragona". E' dunque essa un'antichissima famiglia milanese, passata nel Regno di Napoli, al tempo dei re normanni, e giunta in Sicilia con un Niccolò Pesce, che da re Manfredi ottenne la castellania d'Augusta. Ivi, godette nobiltà in Messina, dal secolo XIV al XVIII, ed in Catania. Un Tommaso possedette i feudi Frigintini e Grampolo, che perdette per essersi ribellato a re Federico II; un Giovanni, nel 1398, fu vice secreto di Mazzara; un Simone fu giudice di Messina nel 1367; un Giovanni fu senatore di Catania, nell'anno 1418-19 e capitano di giustizia nel 1457-58; un Simone fu giurato di Caltagirone negli anni 1425-26, 1439-40; un Pietro fu patrizio di Catania nel 1430-31; un Giacomo fu senatore di Catania negli anni 1443-44, 1477-78; un Simone fu giudice delle appellazioni di Messina nel 1449-50; un Antonio fu senatore di Catania negli anni 1468-69, 1473-74, 1476-77, 1486-87; un Niccolò fu senatore di Catania negli anni 1499-500, 1503-4; un Cristofaro tenne la stessa carica in Messina nell'anno 1572-73; un Cesare la tenne negli anni 1617- 18, 1622-23, 1630-31, 1637-38, e venne iscritto nella mastra nobile del Mollica. La famiglia levò per arme. D'azzurro, ai tre crescenti rivolti (o volti a destra) d'argento, posti 2 e 1. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.

Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Del Pesce

Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

Familien-Wappen: Del Pesce

Blasonierung die Familie

D'azzurro, ai tre crescenti rivolti (o volti a destra) d'argento, posti 2 e 1.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook