Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Suche Nachnamens
  3. Suchergebnis
  4. Herkunft des Familiennamens

Herkunft des Familiennamens Manini, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Conti - Nobili
Nachname Variationen: Manno
Heraldische Spur die Familie: Manini
Nachname Variationen: Manno
Krone des Adels Manini La famiglia udinese dei Manini e quella dei Manini patrizi veneti riconoscono come comune capostipite un Manino di Firenze passato nella prima metà del trecento a Cividale e poi a Udine, con quella grande emigrazione toscana, che nei secoli XIII e XIV inondò il Friuli di mercanti, banchieri, professionisti e artigiani. Da lui i discendenti si dissero Manini, nome che a Venezia si trasformò in Manin, allorché un ramo della fam. aggregato al patriziato veneto (1651) si trasferì nella Dominante. L'invidiabile posizione finanziaria e sociale raggiunta da entrambe le linee nella loro nuova patria non poteva non eccitare le fantasie... Fortsetzung folgt
degli storici dell'epoca barocca, che, come è noto, non peccavano di eccessivi scrupoli in materia genealogica. Non deve quindi sorprendere che tal Francesco Tomasini in una sua illustre serie dell'antichissima e nobilissima famiglia Manini abbia avuto la disinvoltura di affermare che i Manini di Firenze discendevano dalla romana Gens Manlia, la quale per sfuggire alle persecuzioni degli imperatori, avrebbe in epoca imprecisata riparato a Fiesole, e più tardi, al tempo di Carlo Magno, a Firenze. Cacciata di là dal partito guelfo, un Francesco, di Filippo Manini si sarebbe rifugiato presso Piero Traversari, signore di Ravenna, di lui genero, assieme ai figli Giacomo, Romanello e Manino. Giacomo, trasferitosi da Ravenna alla corte di Ungheria, e inviato ambasciatore in Inghilterra, avrebbe ottenuto da re Edoardo II per sé e fratelli la nobiltà inglese, e il diritto di inserire nel proprio lo stemma del regno, con diploma dato da Windsor il 5 agosto 1362. Altro ramo. Antica e nobile famiglia di Modena. Altro ramo. Antica e nobile famiglia di Parma. Altro ramo. Antica e nobile famiglia di Venezia.

Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Manini

Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

Familien-Wappen: Manini
Nachname Variationen: Manno

Familien-Wappen Manini

1 Blasonierung die Familie Manini

Partito di azzurro e d'argento alla fascia d'azzurro. Cimiero: La colomba d'argento tenente nel becco il ramoscello di olivo.

Manini del Friuli e Piemonte. Fonte: "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", vol IV pagina 313.

Familien-Wappen Manini

2 Blasonierung die Familie Manini

D'azzurro, al destrocherio di carnagione vestito di rosso, tenente una frasca di verde, fruttata di rosso; il tutto accompagnato da un giglio d'oro posto nel cantone sinistro del capo.

Manni o Manini di Modena. Fonte bibliografica del blasone: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Familien-Wappen Manini

3 Blasonierung die Familie Manini

Troncato; nel 1° d'azzurro, a tre stelle d'argento male ordinate; nel 2° di verde, al destrocherio vestito di nero con la mano di carnagione impugnante uno scettro d'oro attraversante e cimato da un giglio; sul tutto una fascia di rosso attraversante.

Manini di Parma. Fonte: "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", vol IV pagina 312.

Familien-Wappen Manini

4 Blasonierung die Familie Manini

Inquartato: nel 1º e 4º d'oro, al leone di rosso rivoltato; nel 2º e 3º: partito: in a9 d'azzurro, al leone d'argento rivoltato; in b) d'oro, alla fascia d'azzurro.

Manini di Venezia. Fonte: Archivio Storico di Heraldrys Institute of Rome.

Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook