EU Unsere Cookies: Wir Sie, dass diese Website Verwendung von technischen und statistischen Cookies einschließlich Dritte Cookies macht. Sie können die Nutzung durch eine entsprechende Einstellung Ihrer Browser-Einstellungen Cookies hemmen. Privacy.
No Ich akzeptiere nicht
Ja, Schließen Warnung.
  1. Home
  2. Suche Nachnamens
  3. Suchergebnis
  4. Herkunft des Familiennamens

Herkunft des Familiennamens Passariello, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Marchesi - Nobili - Patrizi
Heraldische Spur die Familie: Passariello
Krone des Adels Passariello Fino dal 1559 viveva a Roma Bernardus Passerus, marito di Flaminia Piccioni, morta nel 1558 e sepolta a San Lorenzo in Damaso. Flaminio fu conservatore di Roma nel 1607. I prelati di questa Casa dimorarono in Roma, ma la sede della famiglia era Fermo. I marchesi Francesco Saverio e Filippo, discendenti dal conservatore Flaminio, ottennero, con Senatus Consulto del 9 agosto 1775, la reintegra del patriziato romano. Francesco Saverio, divenne arcivescovo di Larissa e vice-gerente di Roma sotto Pio VII, Filippo fu cameriere d'onore di Pio VI. Erano figli di Francesco Federico, fu Giovan Francesco, fu Anna Maria Passari, unica figlia ed erede di Francesco, maresciallo del popolo romano per il rione di Trastevere e nipote di Flaminio, conservatore di Roma. I titoli di marchese di Fontebella e Castagneto, di patrizio romano, fermano e di Foligno, spettano oggi al marchese Andrea, nobile di Siena perchè nato venturi-Gallerani, erede della madre... Fortsetzung folgtLuisa Passari, e, per sostituzione, divenuto Passari. Non saprei affermare, se i Passeri di Senigaglia, oriundi da Bergamo ed illustrati dal celebre cardinale Cinzio Passeri Aldobrandini, discendessero dallo stesso stipite dei Passeri di Fermo. Altro ramo. Famiglia originaria di Fermo le cui prime memorie rimontano a un Giannantonio che ai tempi di Sisto V sostenne vari uffici importantissimi e fu anche governatore di Roma. Alla fine del secolo un Francesco Saverio Passari Arcivescovo di Lorissa fu vicegerente e restò la sola autorità ecclesiastica in Roma, quando il Pontefice Pio VII e tutti i cardinali abbandonarono la città all'epoca della rivoluzione. Ebbe molte peropezie perchè cercato a morte dovette alla fuga la sua salvezza. Dopo la restaurazione fu amministratore della Diocesi di Ancona. Francesco fu maresciallo del Popolo Romano per la Regione di Trastevere, Flaminio fu Conservatore di Roma. La famiglia ha goduto nobiltà in Fermo e in Foligno e con Senatus Consulto dell'agosto 1775 venne a forma della Bolla Benedettina reintegrata nella Nobiltà Romana ad istanza dei fratelli Filippo e Francesco. Motto della famiglia: E fra spine pur spuntando viene. Altro ramo. Di origine irlandese, si diramò in varie città d'Italia, e specialmente in Molfetta. Le prime memorie di essa si riscontrarono in Bari nell'Archivio dei Domarla di un Pietro ambasciatore di Carlo II alla Repubblica di Venezia, e nella chiesa di S. Bernardino si legge altra iscrizione, dalla quale apparisce che la famiglia Passari godeva il patriziato di Trani e quello di Melfi, e che un Goffredo era stoto regio protontino e famigliare del Re Roberto.
Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Passariello

Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

Familien-Wappen: Passariello

Blasonierung die Familie

Uno scudo d'oro traversato con una banda obliqua azzurra, una luna mancante in capo della banda, e una stella ai piedi con due teste di moro, una sopra, e una stella ai piedi con due teste di moro, una sopra, una sotto.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook