1. Home
  2. Suche Nachnamens
  3. Suchergebnis
  4. Herkunft des Familiennamens

Herkunft des Familiennamens Pastorivo, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Nobili
Heraldische Spur die Familie: Pastorivo
Krone des Adels Pastorivo
Nel 1664 il rev. don Zeno chiamata porto di eruditissima penna un'opera sacra dell'abate don Cherubino di Venezia. Ventidue anni dopo Caterina, veniva ricordata in una iscrizione sepolcrale nella chiesa dei SS. Giovanni e Paolo. Poco distante vi è quella di S. Lorenzo. Nella notte del 21 dicembre 1696 un vento fortissimo rovesciò un muro, che fu rifatto coll'assistenza di Antonio proto della chiesa e del monastero di S. Lorenzo. Confinanti erano i fratelli. Nelle loro case, situate dalla parte di Sant'Antonio, essi avevano costruito un pozzo di forma diversa dal consueto: cioè senza cassoni, nè bande di creta, e l'acqua, per quanta ne fosse estratta, non mancava mai. Forse tale costruzione sarà stata una trovata del celebre ed oggidì sconosciuto costruttore di pozzi Lorenzo. Nella seconda metà del secolo XVIII egli costruì e riparò un numero riguardevole di pozzi pubblici e privati in palazzo ducale, a Poveglia, a Murano... Fortsetzung folgt
ed altri luoghi. Un altro ramo era fonditore di bronzi e specialmente di oggetti adatti alle varie imbarcazioni di grossa e media portata. Le case e la fonderia di questa gente industriale, erano sulla fondamenta delle Eremite a S. Trovaso, di fronte alla trattoria Montin. La famiglia era imparentata con quella di Daniele. Di altri della famiglia si trova menzione del Duomo di Ferrara nel 1780, ed in questi ultimi tempi a Padova, Vicenza e nel Friuli.
Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Pastorivo

Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

Familien-Wappen: Pastorivo

Blasonierung die Familie

D'argento al leone armato e coronato d'oro.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook