EU Unsere Cookies: Wir Sie, dass diese Website Verwendung von technischen und statistischen Cookies einschließlich Dritte Cookies macht. Sie können die Nutzung durch eine entsprechende Einstellung Ihrer Browser-Einstellungen Cookies hemmen. Privacy.
No Ich akzeptiere nicht
Ja, Schließen Warnung.
  1. Home
  2. Suche Nachnamens
  3. Suchergebnis
  4. Herkunft des Familiennamens

Herkunft des Familiennamens Pepinghe, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Baroni - Nobili - Patrizi
Heraldische Spur die Familie: Pepinghe
Krone des Adels Pepinghe
Si mostra così nobile, e antica la famiglia nella Città di Noto, quanto ogn'altra anticha Feudatoria in lei si ritrova, e maggiormente s'have ella medesma ingrandita nella medesma città, così per gl'huomini virtuosi c'have havuto di lettere, d'armi, e d'altro pregio, come l'haver vissuto splendidamente, e con molte ricchezze; ne fan piena testimonianza di ciò i privilegij, che tiene dagl'antichi Re di Sicilia, che al suo luogo si mostrano. Vogliono alcuni circa la sua origine, che derivasse da Normandi abbassando di Francia in Italia, col Conte Ruggiero; e benche ciò, e suoi successi sian in oblinione per la malvagità de i tempi passati; e la residenza ove sia stata; nondimeno per ritrovarsi antichissima in Forlì, una de i famosi Scrittori, che scrivono di lei, si retrova nel Termino nella vita di Carlo Re di Napoli, e nel Sommonte seguendo l'istesso la seguente descritione. Quando Carlo passò l'Alpi contra Manfredi Re... Fortsetzung folgt

di Napoli, per l'acquisto delle due Regni, con mediocre esercito si tratenne in Piemonte, e quindi chiese soccorso da tutte le Città d'Italia, contra il Re Manfredo rubello della Chiesa, Perilche la Città di Forlì gl'inviò Guglielmo P. Cavaliero nobilissimo, e patrioto all'hora di quella Città, che per l'ardentezza del suo animo; e per haver egli tolto nel suo scudo li P. rossi significando, che abbruggiava oltre modo nella gloria militare, fù cognominato Pepinghe. Costui dunque con tremila sodati, se ne passò à soccorrere Carlo, havendo con esso lui Ruberto Orsella valoroso, e nobile Cavaliero, che dell'antichi Orsini la sua famiglia hebbe origine, e Giovanni Ferramonte suo cognato, che la metà di quella gente guidavano, e molti gentil'huomini di quella Città in sua compagnia andarono, li quali valorosomante in quella guerra si portarono; la quale poscia finita con la morte di Manfredi, e chetate le sue cose, il Re Carlo, diede à Guglielmo P. il castello di Gallipoli, posto nella Provintia d'Otranto, al governo del quale gl'inviò Antonio suo figliuolo primogenito, ed egli restò con Filippo, e con tutta la sua famiglia appo la Corte Reale in Napoli; ove e appresso il Rè in gran pregio dimorò. Quivi Antonio si casò con Cleopatra Pannoni delli Conti d'Urgento, di cui ne hebbe dodeci figli maschi.


Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Pepinghe

Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

Familien-Wappen: Pepinghe

Blasonierung die Familie

D'oro ai 3 grani di pepe di rosso fogliati di verde posti 2 e 1. Corona di Barone.
Pipi o Pepi di Sicilia, si trovano anche le variazioni cognominali Lepe e Pepe. Citato in "Nobiliario di Sicilia" di Antonio Mango di Casalgerardo (Palermo, A. Reber, 1912) e in "Blasone In Sicilia ossia Raccolta Araldica" V. Palizzolo Gravina, Palermo 1871-75, p. 302.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook